L’importanza di essere “dalla parte giusta del trend”

Investimenti sostenibili
di Leo Campagna 20 Novembre 2020 - 18:00

I risultati del Goldman Sachs Global Environmental Impact Equity Portfolio confermano la correttezza del posizionamento che, grazie alla selettività, ha sfruttato anche il divario tra titoli vincenti e perdenti

La lotta ai cambiamenti climatici ha raggiunto un punto di svolta e influenzerà le politiche pubbliche, quelle aziendali e il comportamento dei consumatori nei prossimi decenni. L’attivismo dei governi, del settore privato e dei consumatori nella transizione globale verso un futuro più sostenibile è ogni giorno più evidente. Ne consegue che le aziende attivamente coinvolte nella risoluzione di alcune delle sfide future possono risultare ben posizionate anche per beneficiare di una dinamica strutturale positiva della domanda.

ENERGIA PULITA, CONSUMI SOSTENIBILI, ECONOMIA CIRCOLARE

“Tra queste figurano le aziende che operano nelle aree dell’energia pulita, della produzione e dei consumi sostenibili, dell’uso efficiente delle risorse, dell’utilizzo sostenibile delle risorse idriche e dell’economia circolare, che costituiscono la base della nostra struttura di investimento tematico”, fa sapere il Team di gestione del comparto Goldman Sachs Global Environmental Impact Equity Portfolio lanciato lo scorso febbraio.

UN UNIVERSO DI INVESTIMENTO COSTITUITO DA CIRCA 500 SOCIETÀ

Le società esposte a tutte queste tematiche sono diventate aziende solide con fondamentali robusti, che beneficiano di un quadro economico sempre più interessante. Chi vi investe può ricavarne significativi benefici come dimostra l’analisi condotta da Goldman Sachs Asset Management (GSAM) sull’universo di investimento proprietario costituito da circa 500 società esposte ai principali temi ad impatto ambientale.

Come si nota il sovrarendimento da inizio anno è stato di circa il 5,7% rispetto alle azioni globali, rappresentate dall’indice MSCI All Country World Index (MSCI ACWI). “Entrando nel dettaglio, il nostro universo d’investimento è riuscito a registrare una sovraperformance significativa durante la ripresa del mercato (+6,9%) e si è mantenuto su livelli sostanzialmente invariati (+0,2%) durante il sell-off iniziale”, spiega il Team di gestione del comparto. Inoltre, la gamma di opportunità del comparto GSAM non è esposta ai titoli Big Tech: escludendoli dall’MSCI ACWI, la sovraperformance dei temi implementati nel Goldman Sachs Global Environmental Impact Equity Portfolio balza rispettivamente a 930 bps (+9,3%) da inizio anno, a 140 punti base nella fase di correzione e a 830 bps durante il rimbalzo.

UNA SOVRAPERFORMANCE STABILE IN DIFFERENTI CONTESTI DI MERCATO

La scomposizione della performance a livello di temi di investimento permette di evidenziare alcuni andamenti durante la correzione: la migliore tenuta dei consumi e della produzione sostenibili , grazie all’esposizione ai titoli difensivi nel settore alimentare e nutrizionale, e la penalizzazione del tema dell’uso efficiente delle risorse, in quanto alcuni dei titoli industriali più ciclici hanno sottoperformato in quella fase il mercato. Nella fase successiva, quando i mercati hanno ripreso quota, la situazione è cambiata: i titoli industriali penalizzati dal ciclo e le società più duramente colpite dall’ondata di vendite hanno recuperato posizioni. “E’ la dimostrazione della capacità dell’ampiezza dell’universo investibile di aiutare a generare una sovraperformance più stabile in differenti contesti di mercato: una evidenza che rafforza la convinzione nel nostro approccio volto alla costruzione di un portafoglio bilanciato e diversificato” specifica il Team di gestione del comparto.

LA CAPACITÀ DI ESSERE SELETTIVI

Tuttavia, se è importante posizionarsi dal lato giusto dei trend di mercato strutturali, è altrettanto fondamentale selezionare il sottogruppo di titoli più adeguato. “La volatilità elevata ha ampliato il divario tra titoli vincenti e perdenti, anche all’interno del nostro universo di investimento: questo ci ha offerto l’opportunità di essere selettivi e di migliorare la performance a beneficio dei nostri clienti”, concludono i manager del Goldman Sachs Global Environmental Impact Equity Portfolio.

Financialounge - Telegram