Sfida a distanza

Non solo Amazon, boom di vendite per il colosso rivale cinese Alibaba

Aumento di vendite e di utenti anche per il gigante cinese dell’e-commerce. L’utile nel primo trimestre fiscale è più che raddoppiato, grazie alla pandemia

di Fabrizio Arnhold 20 Agosto 2020 - 13:09
financialounge - news
financialounge - news

L’e-commerce è uno di quei settori che si è rafforzato durante la pandemia. Alibaba ha più che raddoppiato l’utile non suo primo trimestre fiscale a giugno. Il gigante tech cinese, con sede a Hangzhou, ha risentito positivamente del cambio delle abitudini di acquisto dei consumatori asiatici, più propensi a fare acquisti online, durante questi mesi.

UTILE NETTO RADDOPPIATO


Il colosso tecnologico più grande della Cina ha registrato un utile netto di 47,59 miliardi di yuan (circa 6,74 miliardi di dollari) nel primo trimestre fiscale rispetto ai 21,25 miliardi di yuan dello stesso periodo del 2019. L’utile per azione è stato pari a 14,82 yuan, contro i 12,55 yuan dell’anno scorso.

BOOM DI VENDITE CON IL COVID


Anche le vendite del gigante cinese, che affila le armi per una sfida per ora a distanza con Amazon, sono notevolmente aumentate (+34%), toccando il valore di 133,32 miliardi di yuan. I ricavi del cloud computing dell’azienda, settore strategico anche per la concorrente americana, sono balzati del 59%, a 12,35 miliardi di yuan. Freccia verso l’alto anche il numero di utenti mobili attivi mensili che hanno toccato quota 874 milioni a giugno.

IL TITOLO SALE A WALL STREET


A poco meno di mezzora dalle aperture delle contrattazioni, nel pre-mercato a Wall Street, dopo i conti, il titolo Alibaba segna una crescita dello 0,5%, dopo aver già guadagnato oltre il 20% negli ultimi tre mesi, grazie anche al record toccato dell’indice S&P 500. La sfida con Amazon si gioca a distanza, ma sembra già a tutti gli effetti lanciata.
Trending