I criteri Esg nei private market: investire per il lungo periodo

La ricerca
di Mariano Mangia 17 Luglio 2020 - 19:00

Una ricerca di Neuberger Berman fa il punto sull’integrazione dei criteri Esg nell’investimento sui mercati privati e sulla sua crescente importanza.

L’integrazione dei criteri Esg nell’analisi delle aziende quotate sta diventando oramai quasi uno standard nell’industria del risparmio gestito, ma l’attenzione alla sostenibilità si è estesa anche agli investimenti nei mercati “privati”, al non quotato: la maggior parte degli asset manager che opera nei private market applica i principi Esg alle decisioni di investimento e anche alle interazioni con le società in portafoglio. Con lo scoppio della pandemia, spiegano in Neuberger Berman, c’è poi una maggiore attenzione ai temi Esg, al modo in cui le aziende trattano i propri dipendenti, gestiscono le loro catene di approvvigionamento, pianificano la continuità aziendale, assicurano i loro dati e gestiscono la loro governance. “Crediamo che il modo in cui le aziende si comportano e reagiscono durante questa crisi potrebbe avere implicazioni a lungo termine per le relazioni tra dipendenti e clienti e sarà un elemento di differenziazione chiave nei mesi e persino negli anni a venire”, si legge in un loro recente report.

IL COLLEGAMENTO TRA ESG E LA CREAZIONE DI VALORE

Una più ampia attenzione alla sostenibilità, sostengono gli esperti di Neuberger Berman, può avere effetti positivi a cascata sulla reputazione e sulle performance a lungo termine delle aziende e ci sono due aree cruciali in cui i criteri Esg possono influenzare le valutazioni delle società non quotate. La prima è l’operatività quotidiana: un approccio proattivo alle questioni ambientali, ad esempio, può aiutare a ridurre i costi operativi, una migliore gestione del personale può portare a una maggiore fidelizzazione e a vantaggi competitivi nel tempo. La seconda area è rappresentata dai “rischi di coda”, gli eventi estremi, non presi in considerazione da molti investitori, ma che i recenti accadimenti hanno dimostrato avere il potenziale per travolgere imprese e società.

I VANTAGGI DI ESSERE SOSTENIBILI

ll legame, positivo tra fattori Esg e multipli di valutazione e costo del capitale è dimostrato da diversi studi e durante la pandemia il 60% dei maggiori fondi comuni ed Etf focalizzati sull’Esg ha perso meno dell’indice S&P 500. Per i mercati privati non c’è la stessa standardizzazione dei rating Esg di terze parti e mancano i dati giornalieri dei prezzi delle azioni per condurre analisi simili, ma in Neuberger Berman ritengono che questo approccio debba applicarsi a qualsiasi azienda, che sia quotata o meno e, da un punto di vista qualitativo, indirizzare le aziende verso miglioramenti strategici e operativi è al centro degli investimenti sui mercati privati. La preferenza per società di qualità e resilienti è, infine, particolarmente pronunciata in un contesto di incertezza economica e potenziale volatilità e le società di alta qualità sono normalmente quelle più attente ai temi Esg.

SENZA CRITERI ESG È DIFFICILE ESSERE UN’AZIENDA DI QUALITÀ

La sostenibilità sta diventando sempre più importante anche per le autorità di regolamentazione: la “tassonomia verde” dell’Unione Europea, ad esempio, stabilisce precisi criteri e limiti e dovrebbe facilitare gli investimenti in attività che contribuiscono a risultati positivi in materia di sostenibilità, così come il Recovery Plan da 750 miliardi di euro potrebbe influenzare la direzione dei flussi di capitale nei prossimi anni. Chi investe nei mercati privati ha generalmente una visione a lungo termine e, tipicamente, molti temi Esg si sviluppano nel corso di anni. Una sfida costante per gli analisti è la difficoltà di isolare e quantificare i miglioramenti del valore di un’azienda derivanti da una migliore gestione degli stakeholder, dalla continuità aziendale o da un accresciuto riconoscimento del brand legati alle iniziative Esg. Tuttavia, è la conclusione degli esperti di Neuberger Berman, sta diventando sempre più chiaro che senza Esg, è più difficile essere un’azienda o un asset manager di qualità e un General Partner che è in grado di creare politiche aziendali e procedure, e, in ultima analisi, portare a termine l’implementazione Esg, è probabile che ottenga anche molti altri risultati positivi.

Financialounge - Telegram