TikTok verso la messa al bando negli Usa

App cinese sotto accusa
di Chiara Merico 7 Luglio 2020 - 9:30

L’annuncio arriva dal segretario di Stato Pompeo nel pieno delle tensioni tra Washington e Pechino: pochi giorni fa l’allarme di Anonymous sull’app, accusata di contenere un malware

Verso lo stop completo: l’amministrazione Usa starebbe pensando a bandire TikTok e altri social di provenienza cinese. Lo ha fatto sapere il segretario di Stato Mike Pompeo; le sue dichiarazioni arrivano in un momento di forti tensioni tra Stati Uniti e Cina, con le società tecnologiche cinesi finite sotto accusa.

HUAWEI E ZTE SOTTO ACCUSA

“Stiamo lavorando da tempo su questo”, ha spiegato Pompeo. “Per quanto riguarda i problemi legati alla presenza della tecnologia di Huawei, abbiamo segnalato la questione in tutto il mondo e stiamo facendo veri progressi. Abbiamo poi dichiarato ZTE – altra compagnia di tlc cinese, ndr – un pericolo per la sicurezza nazionale”.

SOSPETTI DI SPIONAGGIO

Huawei è da tempo nell’occhio del ciclone: gli Usa continuano a sostenere che la sua tecnologia possa essere usata da Pechino a fini di spionaggio, e che i dati degli utenti possano essere compromessi. Accuse che la compagnia cinese ha sempre respinto.

A TIKTOK NON BASTA IL CEO

Da parte sua TikTok, controllata dalla cinese ByteDance, è finita sotto accusa già lo scorso anno: Washington ha espresso preoccupazioni sul fatto che la piattaforma possa censurare i contenuti e che Pechino possa accedere ai dati degli utenti. Questo nonostante a inizio anno la società abbia nominato uno statunitense, l’ex manager Disney Kevin Mayer, come ceo.

IL BANDO INDIANO

Pochi giorni fa anche l’India aveva messo al bando TikTok , oltre al browser UC di Alibaba, WeChat di Tencent e tante altre app sviluppate in Cina. Tra i due Paesi è in atto una guerra commerciale e secondo il ministero indiano dell’Informazione queste app recherebbero pregiudizio alla “sovranità e l’integrità dell’India, la sicurezza dello Stato e l’ordine pubblico”.

ALLARME ANONYMOUS

E l’allarme, alcuni giorni dopo, è arrivato anche dal gruppo di hacker Anonymous: TikTok sarebbe un malware usati dal governo cinese per un’azione di spionaggio di massa. Secondo un report pubblicato su un account riconducibile al team di Anonymous, l’applicazione sarebbe in grado di spiare tutti gli utenti che hanno deciso di installarla sui propri smartphone.

Financialounge - Telegram