Spiagge, arrivano le regole: un metro di distanza anche in acqua

estate
di Fabrizio Arnhold 4 Giugno 2020 - 15:11

Gli stabilimenti dovranno disinfettare le strutture a disposizione dei bagnanti. Vietate feste e buffet, bisognerà rispettare il distanziamento anche sulle spiagge libere

Non sarà un’estate al mare come le altre. In acqua bisognerà rispettare un metro di distanza, tenere le mascherine a portata di mano appena finito il bagno e niente feste. Sono queste le regole che l’Istituto superiore di sanità (Iss) ha messo a punto per la prossima estate al mare, per limitare i contagi da Covid-19. 

IL RAPPORTO PER LIMITARE I RISCHI SANITARI

Le regole da seguire mentre si prenderà il sole sono contenute nel “Rapporto sulle attività di balneazione in relazione alla diffusione del virus Sars-CoV-2”, redatto dal Gruppo di lavoro Ambiente-Rifiuti Covid-19, in collaborazione con il ministero della Salute, l’Inail, il coordinamento di Prevenzione della Conferenza Stato-Regioni, esperti delle Arpa e altre istituzioni. L’obiettivo è quello di limitare i rischi sanitari anche durante le vacanze. 

LE NORME AMBIENTALI

Verrà applicata una particolare attenzione all’applicazione delle norme di controllo delle acque di balneazione. Si potrà sospendere la balneazione, qualora i dati storici di monitoraggio segnalino l’area come interessata dalla presenza di reflui non depurati, scarichi illeciti che possono peggiorare la qualità dell’acqua. 

La Grecia riapre ai turisti dal 15 giugno ma non agli italiani

La Grecia riapre ai turisti dal 15 giugno ma non agli italiani

LE REGOLE PER I BAGNANTI 

Meglio prenotare l’accesso agli stabilimenti, anche online, in modo da prevenire assembramenti, e registrare gli utenti, anche per rintracciare eventuali contatti a seguito di contagi, mantenendo l’elenco delle presenze per un periodo di almeno 14 giorni, nel rispetto della normativa della privacy. Secondo il rapporto dell’Iss, bisognerà regolamentare gli accessi alle spiagge; disporre le attrezzature in modo da garantire in ogni circostanza il distanziamento interpersonale di 1 metro; controllare la temperatura corporea, se maggiore di 37,5 gradi, non si potrà entrare in spiaggia. Vietate le feste, eventi sociali e buffet. Gli stabilimenti dovranno garantire la pulizia delle attrezzature (sdraio e lettini) e dei servizi igienici, materiali e oggetti, oltre che fornire ai bagnanti disinfettanti per le mani e mascherine per il personale. 

LE SPIAGGE LIBERE

Più complicato il controllo delle spiagge libere. In questo caso toccherà ai sindaci applicare misure che garantiscano il distanziamento sociale che deve essere, per tutti, di almeno 1 metro. 

Financialounge - Telegram