borse

Borse in rosso, pesano le tensioni Usa-Cina

Piazza Affari tra le peggiori in avvio di contrattazioni, in deciso calo anche tutte le altre piazze europee. In attesa della ripresa della domanda, il prezzo del petrolio torna a scendere (-7%). In risalita lo spread in area 244 punti

di Fabrizio Arnhold 4 Maggio 2020 09:30
financialounge -  borse mercati petrolio Piazza Affari spread Wall Street
financialounge -  borse mercati petrolio Piazza Affari spread Wall Street

La settimana inizia in rosso. I principali listini europei scontano un avvio in calo, con Piazza Affari che apre a -3,15%, Francoforte a -2,84%, Parigi -3,10% e Londra -0,58%. A pesare sui mercati sono i numeri dell’economia che preoccupano gli investitori, con un primo trimestre che è stato il peggiore degli ultimo cento anni per i Paesi occidentali, e le nuove tensioni tra Usa e Cina. Le Borse europee, dopo il week end lungo del primo maggio, si riallineano a Wall Street, che venerdì aveva chiuso in calo. Il mese di aprile ha però segnato il recupero dei mercati finanziari, in risalta di circa il 30% rispetto ai minimi di marzo, e con Wall Street che ha guadagnato il 15% sull’indice S&P 500 e oltre il 18% sul Nasdaq, azzerando di fatto le perdite dall’inizio dell’anno.

TENSIONI USA-CINA


Il presidente Donald Trump nel week end ha parlato della possibilità di avere un vaccino entro fine anno. Il segretario di Stato, Mike Pompeo è tornato ad accusare la Cina che avrebbe mentito sulla creazione del Covid, per poi nasconderne la portata. Sale la tensione, quindi, con l’ipotesi di nuovi dazi americani nei confronti di Pechino. 

IL PETROLIO TORNA A SCENDERE


Le tensioni tra Stati Uniti e Cina pesano anche sul greggio. Il Brent è in calo del 2%, a 25,9 dollari al barile. Il Wti giugno segna un calo del 7%, con il prezzo del barile che torna sotto i 19 dollari (18,3). Dopo i rialzi della scora settimana, con il Brent + 23% e Wti + 17%, torna a scendere il prezzo del petrolio. Pesa l’eccessiva disponibilità, con una domanda ancora troppo debole, ma anche le tensioni Usa-Cina contribuiscono al calo. Lo spread da 239 punti, sale a 244 punti base in apertura, con il rendimento del Btp decennale all’1,88%.

Mercati verso il dopo virus, ma l’Italia rischia di restare nel guado della crescita zero


Mercati verso il dopo virus, ma l’Italia rischia di restare nel guado della crescita zero





INIZIA LA FASE 2 IN ITALIA


Oggi l’Italia entra ufficialmente nella fase 2, dopo che ieri il numero dei decessi ha toccato il minimo (174) dall’inizio della pandemia da coronavirus. Nel mondo, i contagi totali hanno già superato i 3,5 milioni di casi. Domani la corte costituzionale tedesca emetterà il verdetto sul Quantitative easing  della Bce. 
Trending