Borsa Italiana torna in Europa? Euronext interessata a rilevarla dagli inglesi

Borsa Italiana
di Antonio Cardarelli 13 Febbraio 2020 - 11:10

A rilanciare l’ipotesi è stato l’ad di Euronext Stéphane Boujinah: “Interessati in caso di vendita da parte di Lse”. Ma c’è anche la pista spagnola

In caso di vendita, Euronext sarebbe “ovviamente” interessata ad acquisire Borsa Italiana. A dirlo è stato Stéphane Boujinah, amministratore delegato di Euronext, durante un incontro sui risultati del 2019. Lo stesso ad, tuttavia, ha affermato che al momento London Stock Exchange, proprietaria di Borsa Italiana, non sembra essere intenzionata a mettere sul mercato Piazza Affari.

PRIME INDISCREZIONI

Nei mesi scorsi, anche alla luce dell’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, si erano rincorse le voci su una possibile cessione di Borsa Italiana da parte di Lse. A farsi avanti per l’acquisizione potrebbe essere Euronext, che già possiede sei piazze finanziarie in Europa: Parigi, Amsterdam, Bruxelles, Lisbona, Dublino e Oslo.

IPOTESI MADRID

Ma nel mirino di Euronext non ci sarebbe solo Milano. Anche Madrid è un’opzione valida, a patto però di battere la concorrenza della Borsa di Zurigo (Six) che ha già avanzato una proposta “amichevole” da 2,8 miliardi di euro. Secondo le voci circolate già lo scorso novembre, la valutazione di Borsa Italiana si aggirerebbe intorno ai 2 miliardi di euro.

VENDITA DA VALUTARE

Il gruppo franco-olandese quotato ad Amsterdam, quindi, sarebbe intenzionato a riaprire il dossier per l’acquisizione di Borsa Italiana. A patto, come precisato dall’ad Boujinah, che Londra sia intenzionata a cedere Piazza Affari. Molto dipenderà anche dall’andamento dei negoziati per la formalizzazione della Brexit, visto che i nuovi accordi tra Regno Unito e Unione europea sono ancora da discutere.