Mary-Therese Barton

Economie emergenti, come sbloccare le potenzialità del capitale umano

La popolazione è una risorsa sotto-utilizzata da tutti i Paesi in via di sviluppo, ma riveste un ruolo importante nel debito dei mercati emergenti. Ecco il metodo di Pictet AM per valutarne tutto il potenziale inespresso

di Redazione 21 Novembre 2019 - 14:39
financialounge - news #
financialounge - news #

Esiste una stretta relazione tra il capitale umano di un Paese – ossia il valore economico delle competenze e delle capacità delle persone – e il suo rating creditizio. E questo vale anche - e soprattutto – per i Paesi in via di sviluppo, tutti frenati da una evidente sotto-utilizzazione della loro popolazione. Nel momento in cui gli abitanti di un Paese sono messi nelle condizioni di accelerare la produttività e la crescita, le agenzie di rating riconoscono un miglioramento del merito di credito con implicazioni importanti per gli investitori nelle obbligazioni dei mercati emergenti.

CAPITALE UMANO, UN POTENZIALE STERMINATO PER I PAESI EMERGENTI


“In un contesto nel quale le guerre commerciali, le riforme strutturali che non decollano e la fine del super ciclo delle materie prime rendono più tortuoso il futuro delle economie in via di sviluppo, è di fondamentale importanza disporre della corretta percezione del loro capitale umano. Anche perché i flussi di merci e di informazioni restano fonti di crescita sempre più determinanti e le capacità inespresse dal capitale umano offrono ai mercati emergenti un potenziale sterminato”, specifica Mary-Therese Barton, head of Emerging market debt di Pictet Asset Management, secondo la quale proprio per questo è prioritario per i Paesi emergenti investire nelle loro persone.

UN METODO PROPRIETARIO


Un aspetto che Pictet AM ha sempre tenuto nella massima considerazione nei colloqui con i responsabili della politica di questi Paesi e che ha portato nel tempo a perfezionare un metodo proprietario capace di cogliere nuove fonti di informazioni. Perché il focus non è più limitato all'importanza del capitale umano per la crescita economica: sempre più determinante è verificare il modo in cui incide e il tipo di crescita di un Paese, sapere cioè se questo sta percorrendo un percorso di sviluppo più inclusivo e, quindi, sostenibile.

Investimenti, perché nelle scelte di Pictet AM tornano a brillare le azioni


Investimenti, perché nelle scelte di Pictet AM tornano a brillare le azioni





LA PARTNERSHIP CON EMPOWER


“Tra le iniziative che abbiamo coltivato negli anni per disporre di una panoramica degli sviluppi sociali ed economici nei Paesi di cui ci occupiamo, la partnership con EMpower si è rivelata tra le più efficaci. Si tratta di un ente benefico rispettato ed innovativo a diretto contatto con i giovani dei paesi in via di sviluppo. Grazie alle loro conoscenze capillari e dirette nelle regioni emergenti siamo in grado di avere un punto di vista autentico sul territorio grazie anche al fatto che ci assicura un contatto con persone a cui diversamente non saremmo mai arrivati”, fa sapere Barton.

SUDAFRICA, BRASILE E ARGENTINA


Durante i recenti viaggi, i membri del team di Pictet AM dedicato al debito dei mercati emergenti hanno potuto conoscere da vicino gli enti benefici sponsorizzati da EMpower in molti Paesi, tra i quali Sudafrica, Brasile e Argentina. Riunioni nel corso delle quali il team ha potuto ricavare un gran numero di informazioni utili all’analisi interna del Paese.

LA GESTIONE DEL CAPITALE UMANO


“Informazioni preziose che ci consentono di sviluppare un dialogo più efficace e diretto con i responsabili della politica e i leader delle aziende che hanno il potere di influenzare le politiche che riguardano lo sviluppo del capitale umano. Riuscire a trasmettere il messaggio corretto per le persone che abitano nel Paese rappresenta la mission e ci agevola nella gestione del capitale dei nostri investitori con l’obiettivo di migliorarne i rendimenti a lungo termine”, conclude Barton.
Trending