Olimpiadi 2026

Olimpiadi 2026, ecco i titoli del comparto costruzioni su cui puntare

A Piazza Affari ci sono buone opportunità per l’immobiliare e il settore delle costruzioni, che potrebbero beneficiare delle Olimpiadi 2026. Occhi puntati al Progetto Italia con in testa Cassa Depositi e Prestiti e il gruppo Salini-Impregilo

di Giancarlo Salemi 27 Giugno 2019 09:39
financialounge -  Olimpiadi 2026 Piazza Affari settore edilizio
financialounge -  Olimpiadi 2026 Piazza Affari settore edilizio

Le Olimpiadi 2026 di Milano e Cortina saranno un affare non solo per il Nord ma per tutta l’Italia, se si considera che ci sarà un incremento del Pil di 4,3 miliardi entro l’anno in cui inizieranno i giochi e che nelle casse dello stato entreranno tra i 450 e i 500 milioni di gettito fiscale aggiuntivo. Sono dati che emergono dai report dell’Università Bocconi di Milano e dalla Ca’ Foscari di Venezia che disegnano un quadro positivo per l’economia, rilanciando un settore che più di altri, quello dell’edilizia, ha patito la crisi economica. Per le Olimpiadi Invernali infatti ci saranno da costruire e ammodernare 14 siti olimpici tra Milano, la Valtellina, Cortina e la Val di Fiemme e gli investimenti in infrastrutture sono stimati in 346 milioni di euro con tre nuovi villaggi olimpici, di cui il principale sarà a Milano.


EDILIZIA FUORI DALLA CRISI? IL VERO BOOM SULL’IMMOBILIARE A MILANO


Tutto questo porterà benefici anche ai titoli quotati a Piazza Affari? Il settore delle costruzioni da oltre due anni è in profonda crisi, come testimonia l’indice Ftse Italia Edilizia e Materiali che ha perso il 25,56% negli ultimi 24 mesi. Eppure l’euforia per i giochi invernali ha riacceso l’attenzione su un comparto che si aspetta molto anche con i decreti Sblocca Cantieri e Crescita appena promossi dal governo gialloverde. “Sappiamo bene che il settore delle costruzioni è altamente ciclico, se rialza la testa come sembra anche grazie alle commesse delle Olimpiadi invernali si genererà nuovo Pil – ci spiega Roberto Russo, amministratore delegato di Assiteca Sim – e il comparto che già sta vivendo un boom eccezionale è quello dell’immobiliare e sta investendo Milano come non accadeva da qualche decennio, anche sulla scia dell’Expo2015”. Un titolo ad esempio che potrebbe beneficiarsene è quello di Coima Res di Manfredi Catella che gestisce un portafoglio di immobili di alta qualità a Milano in grado di generare un flusso di cassa crescente e sostenibile, e con potenziale di apprezzamento nel tempo.

Olimpiadi Milano-Cortina, l’impatto dei Giochi tra costi e benefici


Olimpiadi 2026, l’impatto dei Giochi tra costi e benefici






TRA I TITOLI SU CUI PUNTARE RINSAMENTO, BUZZI E SOPRATTUTTO SALINI


Intanto chi ha registrato un rally a Piazza Affari è stato il titolo Risanamento, proprio per effetto dell'aggiudicazione delle Olimpiadi. La società immobiliare sarà coinvolta infatti nella realizzazione di alcune infrastrutture sportive nel capoluogo lombardo, in particolare l'Arena, area in cui si terranno alcune delle gare. Risanamento, attraverso la sua controllata Milano S. Giulia, insieme a LendLease ha comunicato l'accordo con OVG Europe Limited per la realizzazione di un polo per attrarre eventi sportivi e di intrattenimento di portata internazionale. Ma non solo. Secondo un report di Equita Sim effetti positivi potrebbero vedersi sulle azioni Buzzi Unicem e sulle Salini Impregilo. Per la sim i due titoli del settore costruzioni “potrebbero subire un apprezzamento già nei prossimi mesi in scia alle prime indiscrezioni sui progetti edilizi che verranno realizzati per ospitare i giochi”. A puntare decisamente su Buzzi è invece Morgan Stanley con un target price a 20 euro (oggi è scambiato a 18,23 euro). “I fondamentali sono migliorati ulteriormente - scrivono gli esperti della banca Usa - e la valutazione è diventata ancora più favorevole”. Morgan Stanley rileva la possibilità che i risultati del gruppo superino sia la guidance fornita dalla società sia il consensus di mercato e sottolineano il profilo attraente dal punto di vista del rapporto rischio/rendimento.


IL RUOLO DI CDP E LA NASCITA DI PROGETTO ITALIA, IL POLO DELLE COSTRUZIONI


“Ma gli investitori devono guardare con molta attenzione a tutta la partita che ruota intono a Progetto Italia – prosegue Russo - il polo italiano delle costruzioni promosso da Cassa Depositi e Prestiti che dovrebbe vedere la luce entro luglio a seguito dell’impegno di Salini Impregilo nel salvataggio Astadi, col sostegno appunto di Cdp e delle banche. Si parla di un nuovo gruppo da 8,5 miliardi di euro. Nasce un player che generà un indotto importante e un piano di infrastrutture e nuove costruzioni e che ha una maggiore capacità d’investimento. Ma sono interessanti anche titoli del settore come Cementir e Trevi perché se ripartono le infrastrutture, e questo Paese ne ha altamente bisogno, è tutto il comparto a beneficiarne”.


A LUNGO TERMINE ANCHE LE AZIONI DEL TURISMO SONO DA GUARDARE CON ATTENZIONE


Insomma dopo l’euforia per l’assegnazione delle Olimpiadi invernali a Milano e Cortina ci sono delle buone chance di investimento e se si vuole andare più in là nel tempo Equita Sim sottolinea come ci sono titoli del settore turistico che potrebbero beneficiare di questo sentiment positivo. Alcuni esempi? Marr, società leader nella distribuzione specializzata di prodotti alimentari alla ristorazione extra domestica appartenente al Gruppo Cremonini, Moncler, azienda tessile specializzata in abbigliamento e accessori, e due titoli destinati a crescere come Campari e Autogrill. Un caso a parte, perché quotata sull’Aim di Milano è quello dell’azienda agricola Masi, produttore leader di Amarone, che a Cortina d’Ampezzo è direttamente coinvolta nelle Olimpiadi 2026 grazie al Masi Wine Bar “Al Druscié” che si trova proprio alla prima fermata della funivia che dal cuore di Cortina porta a Cima Tofana, punto di riferimento della scena ampezzana.
Trending