Tassi in salita comportano prezzi in discesa delle obbligazioni in portafoglio

Carlo Benetti
15 Febbraio 2017 - 9:57

Se i tassi di interesse salgono i rendimenti dei bond tendono a scendere: un ambiente nel quale il portafoglio obbligazionario deve trovare solide fonti di resilienza.

“Non va mai dimenticato che le banche centrali controllano i tassi a breve ma i tassi a lungo li stabilisce il mercato e non sempre i movimenti della parte lunga e corta della curva vanno nella stessa direzione” puntualizza Carlo Benetti, Head of Market Research and Business Innovation di GAM (Italia) SGR, nell’Alpha e il Beta del 13 febbraio 2017, ricordando che, se molti investitori tradizionali possono dirsi soddisfatti dei rendimenti che tornano finalmente a salire garantendo quindi cedole più alte, altri dovranno fare i conti con il fatto che tassi in salita comportano prezzi in discesa delle obbligazioni in portafoglio.

Come dire che, se sembra appurato che i rendimenti obbligazionari del passato non torneranno, la fase di tassi in aumento impone portafogli ampiamente diversificati, con fonti di rendimento tra loro indipendenti. Portafogli resilienti, capaci di sostenere gli urti senza spezzarsi.

“La risposta dei portafogli resilienti consiste sostanzialmente nell’adottare strategie obbligazionarie flessibili, capaci di approfittare di tutte le leve disponibili. Una leva interessante in un ambiente di tassi in salita è fornita ad esempio dagli “strip” delle cartolarizzazioni ipotecarie (MBS, Mortgage-Backed Securities)” specifica Carlo Benetti, che poi spiega: “L’operazione di ‘strip’ separa le due componenti di capitale e interessi in due titoli distinti. La parte di solo capitale (CO, Capital Only) diventa di fatto un’obbligazione di tipo zero coupon ma la cosa interessante è la parte di soli interessi che presenta duration (scadenza media) negativa”.

In pratica, il prezzo dell’obbligazione IO (Interest Only) è correlato negativamente ai prezzi delle obbligazioni tradizionali, ed ha la caratteristica peculiare di aumentare di valore in un ambiente di tassi in aumento. Un’altra fonte di resilienza per il portafoglio obbligazionario è costituita dalle obbligazioni.

“Nel lungo termine sono positivamente correlate con le obbligazioni a elevato rendimento, ma nel passato, in fasi di tassi in salita, la loro performance è stata più elevata rispetto ai titoli high yield” riferisce infine Carlo Benetti.

** Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge. Una parte di contenuti e dati gentilmente concessi da GAM

Financialounge - Telegram