etica

Finanza responsabile (SRI), dai millennials una spinta decisiva

26 Luglio 2016 09:38
financialounge -  etica finanza etica fondi etici millennials social responsibility SRI
financialounge -  etica finanza etica fondi etici millennials social responsibility SRI
È una delle principali evidenze ricavate dal sito statunitense WealthManagement.com che ha coinvolto 780 consulenti finanziari sul tema della finanza etica.

I millennials traineranno la finanza responsabile. Una larga maggioranza dei consulenti pare non avere dubbi sul fatto che sarà la generazione dei millennials (cioè i nati tra il 1980 e il 1999) a spingere la finanza responsabile (SRI) .
È una delle principali conclusione a cui giunge un’indagine condotta dal sito statunitense WealthManagement.com che ha coinvolto 780 consulenti finanziari sul tema della finanza etica.
Se è vero che poco più di un terzo (il 35%) ha familiarità con i prodotti SRI, è di rilievo il fatto che due terzi degli intervistati (il 66%) li hanno già offerti ai loro clienti.

In pratica, emerge che per i consulenti sarebbe imperdonabile perdere la recente esplosione di interesse nei fondi d'investimento socialmente responsabili.
Si tratta di prodotti che costruiscono portafogli in base all’impatto ambientale, sociale o di governo degli investimenti sottostanti.
A seconda del team di gestione, questo può essere messo in pratica escludendo determinati investimenti che non rispettino un codice etico dichiarato mentre in altri casi l’obiettivo consiste nel trovare un vantaggio nelle performance, tenendo conto dei fattori non finanziari, come il cambiamento climatico o la diversità sul posto di lavoro, che possono aggiungere o sminuire, il profilo di rischio di un particolare investimento.

Per comprendere la profondità del fenomeno basta guardare ai numeri: gli asset manager statunitensi hanno ora circa 6,6 miliardi di dollari di patrimonio in prodotti SRI, secondo Tiburon Advisors Strategic, contro i 3 miliardi di dollari che dichiaravano nel 2010.
Trending