benchmark

Anche i fondi pensione italiani abbandonano il benchmark

30 Marzo 2016 12:00
financialounge -  benchmark Cometa fondi pensione gestione attiva volatilità
financialounge -  benchmark Cometa fondi pensione gestione attiva volatilità
La notizia è a dir poco di assoluto rilievo, soprattutto nel rigido panorama del risparmio gestito italiano: il fondo pensione Cometa, dedicato ai lavoratori metalmeccanici, chiederà per i nuovi mandati di gestione di abbandonare la gestione a benchmark per affidarsi a una gestione attiva a rischio controllato. La decisione del Consiglio di Amministrazione del più grande fondo pensione in Italia (9,5 miliardi di patrimonio in gestione), riguarda il nuovo bando di gestione che, dal primo al 30 aprile, permetterà ai partecipanti di aggiudicarsi i mandati di gestione dei tre comparti in cui si articola il fondo: Monetario plus, Reddito, Crescita.

Come ha avuto modo di spiegare Anna Trovò, presidente di Cometa, in una intervista ad un noto quotidiano finanziario, potranno essere assegnati fino a un massimo di 14 mandati: da un minimo di due a un massimo di tre di tipo obbligazionario per il comparto Monetario, da un minimo di quattro a un massimo di otto di tipo multi asset attivo total return per il comparto Reddito e da due a tre mandati, dello stesso tipo di quelli stabilito per il comparto Reddito, per il comparto Crescita.

La differenza però rispetto al passato è che in futuro ogni comparto sarà caratterizzato da uno specifico profilo di volatilità: 1% per il comparto Monetario, 5% per il Rendita e 8% per il Crescita. Sarà interessante verificare se questa decisione resterà isolata oppure se, come in molti sostengono, aprirà la strada ad un nuovo modello di business per gli asset manager specializzati nella gestione dei portafogli previdenziali.
Trending