Fondi obbligazionari

Obbligazionario USA, opportunità selettive nel segmento high yield

5 Febbraio 2016 - 7:30
financialounge - news
financialounge - news
Come spiegato nei dettagli nell’articolo “Lo scenario base resta quello di una crescita moderata” per Ken Leech, Chief Investment Officer di Western Asset (Gruppo Legg Mason), sebbene la crescita economica sia rallentata e persistano i rischi di ribasso, la ripresa globale proseguirà.

Alla luce di tutto questo, a sostegno della ripresa globale rimane cruciale una politica monetaria espansiva che sarà alimentata soprattutto dalla Bce e dalla Bank Of Japan, ma che vedrà la Fed normalizzare i tassi d’interesse USA con molta gradualità. Ken Leech intravede opportunità interessanti e confida nei segmenti a spread americani.

“I segmenti a spread negli USA (in particolare l’high yield) hanno attraversato un lungo periodo di ribasso dalla metà del 2014. Tuttavia, alla luce delle valutazioni e dei fondamentali, crediamo che in prospettiva essi riusciranno a realizzare performance superiori ai Treasury” spiega il gestore che reputa ragionevolmente interessanti anche le obbligazioni corporate investment grade, soprattutto considerata la posizione nel ciclo economico.

“La Fed ritiene che l’economia sia sufficientemente solida per poter aumentare i tassi mentre gli spread sono aumentati a livelli quasi di recessione” sostiene Ken Leech, secondo il quale l’elemento determinante nel segmento investment grade è stata (e lo sarà probabilmente anche nei prossimi mesi) la selezione a livello di settore, vista la netta divisione tra i settori vincenti e quelli che non lo sono stati. Attualmente Western Asset, all’interno delle strategie investment grade, è meno favorevole ai settori legati alle materie prime, e più favorevole invece ad altri come le banche.

“Gli spread del segmento high yield negli USA sembrano fornire un importante cuscinetto rispetto ai tassi d’insolvenza attesi, ancora più che nell’ambito investment-grade” puntualizza poi Ken Leech che, all’interno del settore energetico rileva opportunità interessanti tra le società in grado di resistere al calo prolungato dei prezzi del petrolio: è stata infatti registrata una forte riduzione della capital expenditure in questo settore e ”riteniamo importante ricercare società che riusciranno a resistere ad un lungo periodo di calo dei prezzi dell’energia e del petrolio; le società dotate dei mezzi per farlo offriranno risultati particolarmente interessanti. La selezione degli emittenti diventerà il fattore determinante” afferma Ken Leech, che poi conclude con due ultime annotazioni: “Il segmento high yield USA ha chiuso con risultati annui negativi solo 6 volte negli ultimi 30 anni, e tutte le volte sono stati seguiti da decisi rimbalzi: pur essendo difficile fare previsioni, i rendimenti del segmento high yield USA possono realizzare un importante recupero. Nel segmento degli MBS (Mortgage Backed Securities, i titoli garantiti da ipoteche su immobili), i fondamentali su consumi e settore immobiliare commerciale restano a livelli storicamente interessanti”.
Trending