Invesco Pan European Structured Equity Fund

Fondi, quando coincide il successo di critica e di pubblico

25 Marzo 2015 10:50
financialounge -  Invesco Pan European Structured Equity Fund mercati azionari Sergio Trezzi
financialounge -  Invesco Pan European Structured Equity Fund mercati azionari Sergio Trezzi
Quando un film riceve ottime recensioni e, al contempo, riscontra un alto gradimento al botteghino, si dice che è un "successo di critica e di pubblico". Ed è quello che è successo, nel campo del settore gestito, all’Invesco Pan European Structured Equity Fund e alla casa di investimento di cui fa parte.
Il comparto è stato premiato infatti come Miglior Fondo Azionario Europa in base ai Morningstar Fund Awards 2015. Un riconoscimento che premia il processo di investimento che ha come obiettivo quello di registrare performance superiori a quelle dell’indice di mercato ma con un elevato controllo della volatilità. Il team di gestione mira infatti a ridurre la probabilità che il fondo possa avere delle perdite significative nel caso di mercati in calo: nel 2011, in una fase particolarmente critica dei mercati, il comparto è stato l’unico in Europa a preservare il capitale con in più un rendimento positivo pari a +1% quando il mercato perdeva l’8%.
“Questo premio ha per noi un grande valore poiché è assegnato da un prestigioso istituto di rating indipendente che meglio di chiunque altro ha gli strumenti per apprezzare il lavoro del nostri team di gestione, valorizzando in modo inequivocabile la nostra filosofia di investimento e il prezioso contributo apportato da professionisti che operano a livello globale” ha commentato Sergio Trezzi, Managing Director, European (ex UK) Head of Retail Sales and Client Service and LATAM, nonché Country Head di Invesco per l’Italia che ha poi aggiunto: "Inoltre, viene premiata l’affidabilità dell’offerta dei fondi Invesco, da sempre contraddistinta da caratteristiche di diversificazione, controllo del rischio e attenzione alle esigenze dei clienti”.
Un approccio, quello che contraddistingue la casa d’investimento americana, che è molto apprezzato anche dai risparmiatori italiani: nel mese di febbraio, infatti, la raccolta netta è stata pari a 1,129 miliardi di euro, collocando Invesco al primo posto come società di gestione estera in Italia per raccolta netta e la terza in assoluto dopo Intesa e Pioneer. Il dato di febbraio corrisponde a un incremento della raccolta del 135% rispetto al mese di gennaio, quando aveva raccolto 480,5 milioni di euro. Il patrimonio amministrato di Invesco in Italia sale così a 18,698 miliardi di euro al 28/2/15.
“Questi dati dimostrano una costanza importante nel corso del tempo che ci permette di restare al top della classifica dell'industria. In questo contesto di mercato, abbiamo privilegiato con successo strategie multi asset e soluzioni di investimento che possono rispondere alle esigenze di differenti target di clientela, offrendo rendimenti interessanti e ritorni superiori all’obbligazionario, con l'obiettivo di una gestione attenta del rischio" conclude Sergio Trezzi.
Trending