settore assicurativo

Rompicapo Biotech

23 Aprile 2014 15:11
financialounge -  settore assicurativo settore biotech settore farmaceutico Sovaldi
financialounge -  settore assicurativo settore biotech settore farmaceutico Sovaldi
Per chi segue il settore è un mal di testa. I titoli biotech sono certamente tra i migliori di Wall Street, più 120% negli ultimi due anni. Ma da fine marzo è partita una pesante correzione, meno 20% senza spiegazioni apparenti.

La risposta dell’enigma è un classico “good news bad news” e la leggiamo sul prestigioso New Yorker.
Il colosso biotech Gilead sviluppa un rivoluzionario farmaco contro l’epatite, Sovaldi, approvato a dicembre dalla Food and Drug Administration. Cura definitivamente nel 90% dei casi e potrebbe essere una miniera d’oro: 80.000 dollari il trattamento completo di 12 settimane moltiplicato per un mercato da 3,2 milioni di malati. Ma anche un problema per le assicurazioni.

Il 20 marzo, parte una lettera firmata da un gruppo di parlamentari Democratici e indirizzata a Gilead che tra le righe lascia intravvedere lo spettro di quello che gli investitori temono di più: prezzo amministrato per il nuovo farmaco.

Gli investitori infatti, osserva il New Yorker, amano i farmaceutici per il potere che hanno di imporre il prezzo che vogliono, se il prodotto è veramente innovativo e funziona. Ma prendono profitto e scappano quando sentono parlare di prezzi imposti. Anche perché se il principio passa per uno rischia di estendersi a tutti.
Trending