Contatti

Alibaba

Weibo pronta per la Borsa

26 Febbraio 2014 13:00
financialounge -  Alibaba IPO quotazione Sina twitter Weibo
financialounge -  Alibaba IPO quotazione Sina twitter Weibo
Il Twitter made in Cina si prepara a quotarsi in borsa a New York. Sina, società cinese attiva nel settore internet e principale azionista, intende raccogliere 500 milioni di dollari, sostanzialmente uno per ogni utente, quotando Weibo a Wall Street. Secondo quanto riporta il Wall Street Journal, l’ipo di Weibo sarebbe attesa intorno al secondo trimestre di questo anno. L’incarico nella gestione della quotazione è stato affidato a Credit Suisse e Goldman Sachs Group.

La quotazione arriva in un momento delicato per il portale di microblogging, che ha visto calare tra il 2012 ed il 2013 circa un decimo dei suoi utenti. La causa principale è da ricercarsi nella morsa della censura cinese e nell’inasprimento dei controlli e delle pressioni per mettere il bavaglio alla rete. Nonostante ciò Weibo continua ad avere circa 500 milioni di utenti, praticamente il 53% dei cinesi che usano internet ha un proprio profilo sul portale.

A Wall Street i giganti orientali dell’high tech piacciono molto, tanto che sono di questi giorni le indiscrezioni su presunte pressioni che alcuni investitori starebbero facendo ad Alibaba affinchè si quoti anch’esso a New York. Alibaba è un grosso sito di e-commerce che da poco tempo ha aperto una sua vetrina negli Stati Uniti. Con un valore stimanto di oltre 100 miliardi di dollari anche per il portale sembra essere sempre più vicino il giorno della quotazione in borsa. Lo scorso anno Alibaba ha sborsato 586 milioni di dollari per accaparrarsi il 18% della piattaforma di microblogging, valutata 3,3 miliardi di dollari.

Tra messaggi, cinguettii e caramelle che si quotano in borsa a prezzi esorbitanti c’è già chi parla di un nuovo rischio di bolla speculativa, evocando scenari da primi anni duemila, quando scoppiò la bolla dot.com, ma come visto precedentemente solo 35 società USA quotate in borsa hanno un rapporto prezzo/fatturato di 19 o superiore.
Trending