BlackRock

Cautela su oro, utilities e governativi USA

13 Novembre 2013 20:00
financialounge -  BlackRock Fondi obbligazionari oro Russ Koesterich tassi di interesse titoli di stato utilities
financialounge -  BlackRock Fondi obbligazionari oro Russ Koesterich tassi di interesse titoli di stato utilities
Mentre la dinamica di crescita modesta e i salari stagnanti non stanno aiutando le famiglie, si stanno invece dimostrando un enorme vantaggio per gli utili societari. Siamo nel pieno della stagione dei dati di bilancio del terzo trimestre e finora abbiamo visto quasi il 75% delle aziende battere le stime sugli utili mentre poco più della metà hanno evidenziato vendite migliori del previsto.

In altre parole, mentre solo circa la metà delle imprese sono state in grado di battere le loro previsioni di fascia alta (top-line), molte altre hanno consegnato ai mercati impressionanti risultati, in gran parte frutto del rallentamento della crescita dei salari.

“Questa tendenza in crescita degli utili societari è stato un fattore chiave nel sostenere la crescita di quest'anno della Borsa e riteniamo che questo possa continuare nel 2014, anche se i tassi più alti porteranno gli utili e di conseguenza gli indici azionari ad essere maggiormente volatili" dichiara Russ Koesterich, Global Chief Investment Strategist di BlackRock, per poi aggiungere:

“Guardando al futuro, ci potremmo aspettare che l'attuale contesto, caratterizzato da una crescita lenta, anche se in graduale miglioramento, da una bassa inflazione ed un lieve aumento dei tassi di interesse reali, persista almeno nei primi mesi del 2014. Sebbene non ci aspettiamo che i tassi di interesse salgano rapidamente o in modo drammatico, pensiamo che siano comunque destinati a salire, il che rappresenterebbe un ostacolo significativo per alcune classi di attività”.

Di conseguenza, Russ Koesterich suggerisce agli investitori un sottopeso verso quelle aree del mercato che sono più sensibili agli aumenti dei tassi di interesse. I titoli del Tesoro USA e i TIPS (Treasury Inflation Protected Securities) sono in cima a questa lista, ma si suggerisce una certa cautela anche verso le azioni correlate al mercato obbligazionario e l’oro.

“Relativamente ai titoli azionari, pensiamo in modo specifico ai settori dei beni di prima necessità e delle utilities. Per quanto riguarda l'oro, invece, riteniamo che il metallo prezioso possa avere un posto nei portafogli degli investitori, ma tenendo presente che un contesto di aumento dei tassi reali tende ad influenzare negativamente le quotazioni dell’oro: dalla fine di ottobre, ad esempio, i tassi reali sono saliti di circa 20 punti base, e, allo stesso tempo, il prezzo dell'oro è sceso di circa il 4%-5%” conclude Russ Koesterich.
Trending