cipro

Ombre di Ankara su Cipro

4 Aprile 2013 - 8:00
financialounge - news
financialounge - news
Mentre dalla Turchia si torna a parlare di riunificazione tra le due Cipro, la Repubblica indipendente e la cosiddetta Repubblica Turca di Cipro del Nord, che potrebbe permettere all’isola non solo di uscire più facilmente dalla crisi nella quale è precipitata ma di consentire un effetto moltiplicativo per il suo potenziale (turistico, economico e finanziario) c’è l’accordo tra Cipro e i creditori.

I negoziati tra la troika e le autorità dell’isola hanno fissato i termini dell’intesa. Da un lato sono stati stanziati 10 miliardi di euro di aiuti, 9 dei quali dai paesi dell’eurozona e il restante miliardo dal Fondo Monetario Internazionale (FMI). Dall’altro, la quota a carico di Nicosia, pari a 9,7 miliardi complessivi.

Di questi ultimi, 5,8 sono quelli risultanti dalle perdite stimate a carico dei titolari dei depositi bancari sopra il tetto dei 100 mila euro, 1,5 miliardi deriveranno da privatizzazioni e dalla vendita delle riserve auree, 1,4 miliardi dalla ristrutturazione delle obbligazioni subordinate e il restante miliardo dall’aumento delle imposte sui dividendi e sui profitti aziendali: questi ultimi, in particolare, saranno tassati al 12,5% rispetto all’aliquota precedente del 10%.
Trending