Europa

Nuovo braccio di ferro fra Russia e Ucraina

29 Gennaio 2013 - 14:00
financialounge - news
financialounge - news
Il rischio è che possa riaccendersi una nuova crisi tra Kiev e Mosca con inevitabili ripercussioni sull’Europa. Il governo ucraino non intende infatti pagare alla Russia un conto da 7 miliardi di dollari per forniture di gas non ritirate nel 2012.

Alla base di questo nuovo contenzioso sembra possa esserci l’irritazione del colosso energetico russo Gazprom che non intende rinegoziare i prezzi del gas fissati tra Kiev e Mosca nel gennaio 2009 dopo aver saputo che l’Ucraina ha appena siglato un contratto son la Royal Dutch Shell per lo shale gas con l’obiettivo di ridurre la dipendenza del paese dall’import energetico russo: Kiev importa circa il 70% del proprio fabbisogno di gas dalla Russia.

Queste nuove tensioni tra i due Paesi vengono seguite con preoccupazione dalle cancellerie europee: il 25% circa del gas importato dai Paesi del Vecchio Continente dalla Russia transita infatti dall’Ucraina.
Trending