Affari&Finanza

L'industria del Risparmio - 21 gennaio 2013

22 Gennaio 2013 - 13:00
financialounge - news
financialounge - news
Sia i fondi comuni che i comparti Sicav prevedono diverse voci di costo. Tra le più rilevanti ce ne sono alcune prestabilite, come quelle annue di gestione, e altre che non sempre sono previste: costi di sottoscrizione, spese di rimborso, commissioni di uscita, commissioni di performance.

Queste ultime possono diventare particolarmente onerose perché sono studiate per ripagare i gestori in percentuale sul rendimento aggiuntivo rispetto alla media del mercato sul quale il fondo investe.

Per esempio: immaginiamo che un fondo azionario USA prescriva nel proprio regolamento una commissione di performance del 10% calcolata sull’extra rendimento del comparto rispetto al proprio indice di riferimento S&P 500 di Wall Street. Ipotizziamo che la performance annuale dell’indice azionario sia pari al 15% mentre quella realizzata dal fondo si posizioni al 20%: ne deriverebbe che l’extra rendimento del gestore rispetto all’S&P500 sarebbe di cinque punti percentuali.

Dal momento che la commissione di performance è pari al 10% dell’extra rendimento, per quell’anno maturerebbe una provvigione di performance dello 0,5%. Ma non sempre la commissione di performance è così calcolata. In alcuni regolamenti la provvigione di performance prescinde dal segno del rendimento del fondo. Nel caso precedente, se in un anno l’indice S&P500 arretra del 15% e il gestore del fondo limita le perdite al 10%, sul fondo graverebbe lo stesso la commissione di performance dello 0,5% nonostante il fondo abbia perso il 10%.

Per ovviare a questo inconveniente si deve prevedere una clausola in base alla quale la commissione di performance possa essere applicata soltanto quando il gestore fa guadagnare il cliente.

Una regola semplice e facile da applicare: in questo modo, se la quota di un fondo ha per esempio toccato quota 120 e successivamente è scesa a quota 80, il gestore del fondo non potrà pretendere di applicare la commissione di performance finché non sia stato di nuovo raggiunto il livello di 120, cioè solo quando il sottoscrittore possa beneficiare di un guadagno effettivo.
Trending