BCE

Dividendi azionari 2013

21 Gennaio 2013 - 10:00
financialounge - news
financialounge - news
In base alle ultime stime degli analisti Ibes di Bloomberg, quest’anno il monte dividendi delle principali blue chips dell’eurozona dovrebbero ridursi del 3,3% rispetto al 2012. Una scelta che, qualora prendesse effettivamente corpo nei prossimi mesi, sarebbe in controtendenza rispetto alle disponibilità liquide in cassaforte alle corporation dell’area euro: la stima dell’importo dei contanti e delle attività facilmente liquidabili come i titoli a reddito fisso a breve termine, risulta infatti in crescita in media del 9,3% negli ultimi12 mesi.

Dovrebbe pertanto prevalere una cautela tra i manager delle società quotate, visto anche il non semplice scenario 2013. In ogni caso, dopo l’annuncio della Banca Centrale Europea (Bce) a luglio, quando Mario Draghi proclamò la irreversibilità dell’euro, il divario tra il rendimento dei bond aziendali e quello dei dividend yield ha raggiunto livelli massimi, con i primi che offrono in media il 2,1% e i dividendi azionari che raggiungono comunque il 4,3%.
Trending