energia rinnovabile

Dal petrolio al solare

20 Dicembre 2012 - 10:00
financialounge - news
financialounge - news
Per quanto possa sembrare paradossale, secondo un recente studio di una banca d’affari Usa, se la domanda domestica di energia dovesse mantenere i ritmi di crescita di questi ultimi anni, nel giro di 15-20 anni l’Arabia Saudita potrebbe diventare importatrice di petrolio.

E questo nonostante il Paese produca ben 12 milioni di barili di greggio al giorno e vanti circa un quinto delle riserve petrolifere mondiali. Per far fronte a questa esigenza il Governo di Riad ha lanciato un piano da 109 miliardi di dollari con l’obiettivo di coprire, entro il 2032, un terzo del fabbisogno interno di elettricità.

In base alle stime di alcune società specializzate, se il piano si realizzerà, fra 20 anni la fornitura energetica in Arabia Saudita si attesterà a 122,5 giga watt: 60,5 deriveranno da combustibili fossili, 21 da nucleare e altre fonti, 25 dal solare termico e 16 dal fotovoltaico.
Trending