cina

Al via il sogno cinese

19 Dicembre 2012 - 8:00
financialounge - news
financialounge - news
Benessere e stabilità saranno al centro dell’agenda del nuovo nuovo leader del partito comunista cinese Xi Jinping, che ha coniato l’espressione China Dream per descrivere gli obiettivi del Paese, cambiando piglio e linguaggio rispetto ai leader precedenti.

La via è quella del rinnovamento e delle riforme economiche. Jinping non ha infatti perso tempo nel rassicurare il mondo che avvierà nuovi percorsi per lo sviluppo e l’armonia sociale. In un comunicato dei giorni scorsi distribuito all'agenzia di stampa ufficiale Xinhua, il nuovo segretario generale del partito comunista cinese, ha promesso una serie di riforme economiche per diminuire la dipendenza del Paese dalle esportazioni e ridurre il divario tra ricchi e poveri.

La nuova leadership è al lavoro per arrivare a una revisione del modello economico basato sulle esportazioni e sugli investimenti che ha garantito alla Cina tre decenni di rapida crescita ma che ora sta facendo i conti con la crisi mondiale. Jinping ha promesso di accelerare la riforme strutturali e aprire ulteriormente i mercati.

L’obiettivo sarà migliorare qualità ed efficienza della crescita economica, aumentando la domanda interna e garantendo una prudente politica monetaria. E il comunicato parla anche di più spesa per la costruzione di alloggi a prezzi accessibili e iniziative per ridistribuire la ricchezza ai poveri. Sul fronte dell’impresa, Jinping in una visita a Guangzhou si è rivolto agli imprenditori esortandoli a intraprendere la strada dell’innovazione sistematica e tecnologica.
Trending