evento

Straordinario successo per il Roadshow Pictet

29 Novembre 2012 - 19:30
financialounge - news
financialounge - news
Il tradizionale roadshow autunnale di Pictet si è concluso con uno straordinario successo di pubblico in tutte le città interessate del ciclo di conferenze: 3.500 promotori finanziari e private bankers iscritti, 2.500 partecipanti effettivi in 15 differenti città toccate in 45 giorni. Questi gli impressionanti numeri di un successo straordinario che ripaga Pictet per l'impegno e la fatica nell'organizzazione di questo ciclo di conferenze.

“Da 10 anni incontriamo i promotori finanziari e i private banker tre volte l’anno: a inizio anno (gennaio – febbraio), a metà anno (giugno – luglio) e a fine anno (ottobre – novembre). Ogni roadshow è studiato per toccare dalle 15 alle 20 città dislocate su tutto il territorio nazionale” spiega a FinanciaLounge Luca Di Patrizi, Direttore Generale di Pictet in Italia che poi aggiunge:

“Ogni evento dura circa tre ore ed è articolato in tre parti: una parte introduttiva sulle novità di Pictet in termini di prodotti, servizi e strategie. Una seconda parte con l’analisi dei mercati e conseguente asset allocation per i mesi successivi. Infine nella terza parte presentiamo le soluzioni d’investimento Pictet più adatte al contesto di mercato, con la proposta di un portafoglio modello ottimizzato in base al gioco delle correlazioni tra i vari prodotti al fine di tenere sotto controllo il rischio complessivo”.

I roadshow contribuiscono, insieme alle altre iniziative di Pictet, ad affermarne il marchio in Italia come dimostrano i risultati del sondaggio annuale che GFK Eurisko svolge tra tutti i promotori finanziari per individuare le case d’investimento più dinamiche ed innovative e che, negli ultimi anni, ha visto Pictet piazzarsi costantemente tra i primissimi posti in termini di supporto alla promozione finanziaria, alla qualità dei contenuti formativi e all’originalità degli eventi sul territorio.

“Il 2012 sta per chiudersi con risultati molto brillanti per noi. Abbiamo infatti totalizzato una raccolta netta di 1,7 miliardi di euro, di cui oltre il 70% tramite le reti di promotori finanziari” sottolinea Luca Di Patrizi che poi anticipa una novità: “Stiamo per lanciare anche in Italia un comparto della Sicav specializzato sui corporate bond dei Paesi emergenti. Si tratta della nuova frontiera del reddito fisso emergente e per noi rappresenta un’asset class strutturale per i portafogli, di grande interesse per i prossimi 3-5 anni”. L’appuntamento è per il prossimo ciclo di incontri che avrà luogo all'inizio del 2013.
Trending