dividendi

Le nuove tasse di Obama

9 Novembre 2012 - 9:00
financialounge - news
financialounge - news
Nessuna pausa per il rieletto Presidente americano Barack Obama. Mancano infatti soltanto otto settimane per evitare il precipizio fiscale (il cosiddetto fiscal cliff) per scongiurare una nuova recessione economica.

Il fiscal cliff, infatti, per l’effetto combinato delle tassazioni e della contemporanea entrata in vigore dal 1 gennaio 2013 dei tagli automatici alla spesa statale, potrebbe provocare un impatto negativo sul bilancio federale Usa fino al 4% del Pil. La ricetta di Obama comprende un aumento delle tasse sui più ricchi del Paese: un incremento dell’aliquota sui redditi più alti dal 35% al 39,6%, un innalzamento dal 15% al 20% della tassa sui redditi da capitale di lungo periodo e un raddoppio delle trattenute sui dividendi che passerebbero dal 15% al 39,6%.
Trending