diversificazione

Healthcare, un settore in buona salute

8 Ottobre 2012 - 6:00
financialounge - news
financialounge - news
Solidità patrimoniale, consistenti flussi di cassa, profitti in crescita anche nel prossimo anno. Sono tre tra le principali ragioni che spiegano il forte appeal che il settore farmaceutico esercita sugli investitori. Un settore che durante le crisi dei mercati finanziari si fa preferire per l’elevato standing qualitativo delle imprese quali, solo per citarne alcune delle più famose in tutto il mondo, Roche, Novartis, Sanofi, GlaxoSmithKline, AstraZeneca, Pfizer, Merck.

Mentre, nel corso delle fasi rialziste di Borsa, piace per le attività di fusione e acquisizione (M&A): basti pensare che dall’inizio di quest’anno sono state annunciate circa 30 operazioni a nove zeri con un premio sull’ultimo prezzo di Borsa del titolo acquisito tra il 30% e il 70%. Il tutto mentre il settore è uno dei pochi a risentire della crisi: le ultime stime del settore indicano per il 2013 una crescita del 9,5% per quanto riguarda i profitti e un aumento del 9,6% dei già generosi dividendi. Insomma, un settore difensivo, che presenta attualmente valutazioni corrette con una buona visibilità degli utili e con interessanti prospettive di crescita.

Infatti, secondo gli esperti, il settore healthcare, dopo qualche anno di appannamento legato al rallentamento del lancio di nuovi farmaci è tornato a sfornare un lungo elenco di nuovi e innovativi prodotti che dovrebbero permettere alle società del settore di cogliere le opportunità nei mercati emergenti e quelle derivanti dal megatrend dell’invecchiamento delle popolazioni occidentali.

Inoltre, come accennavamo in precedenza, resta molto frenetica l’attività di acquisizioni e fusioni: ciò determina che molte imprese di piccole e medie dimensioni potranno finire nel mirino dei colossi farmaceutici mondiali i cui forzieri sono ricchi di liquidità.

Per un investitore con orizzonte temporale di medio lungo termine (tre – cinque anni), l’investimento in un buon fondo azionario del settore healthcare può pertanto rappresentare una interessante diversificazione del proprio giardinetto azionario.
Trending