commodities

Prezzi delle materie prime in arretramento a settembre

1 Ottobre 2012 - 7:00
financialounge - news
financialounge - news
Nel mese appena concluso l’indice Standard & Poor’s GSCI total return, rappresentativo delle principali commodity mondiali ha perso il 3,76% in euro. A trainare al ribasso il paniere globale le materie prime agricole (-5,31%) e quelle energetiche (-4,74%) mentre i metalli industriali (+7,90%) e i metalli preziosi (+3,29%) hanno chiuso il bilancio mensile in territorio positivo.

Da sottolineare, in particolare il risveglio dell’oro che ai 1692 dollari l’oncia di fine agosto ha chiuso a 1767 dollari l’oncia con un rialzo del 4,73% in dollari e del 2,25% in euro. Resta positivo, invece, il bilancio da inizio anno. Lo Standard & Poor’s GSCI total return index segna infatti nei primi nove mesi dell’anno un +4,14% in euro. Le materie prime energetiche hanno guadagnato lo 0,9%, i metalli industriali il 7,59%, i metalli preziosi il 15,40% e le commodity agricole il 15,47%.

A questo proposito, proprio le materie prime agricole che a settembre hanno accusato una correzione, nell’ultima seduta mensile, quella del 28 settembre scorso, hanno registrato un rimbalzo del 3,79%.
Trending