Asia

L’obbligazionario asiatico continua a crescere

26 Settembre 2012 08:00
financialounge -  Asia Bryan Collins cina diversificazione duration fondi a cedola fondi a distribuzione Fondi obbligazionari High Yield performance Renminbi
li governativi asiatici garantiscono un ritorno medio annuo del 4,2% in valuta locale e permettono di attuare quindi una efficiente diversificazione del portafoglio a reddito fisso in ottica di medio termine.

Dopo l’intervista a Bryan Collins dal titolo “Buoni margini di apprezzamento per il Renminbi”, FinanciaLounge ha voluto riprendere ed analizzare più nel dettaglio le opportunità offerte da questo interessante tipo di investimento. Infatti che il mercato a reddito fisso dell’Asia sia di estremo interesse lo sostengono anche a Fidelity Worldwide Investment dove viene sottolineato come il credito asiatico da inizio anno abbia fatto registrare una domanda sostenuta.

“Gli investitori che ricercano emissioni in grado di coniugare qualità del debito e rendimenti interessanti possono sempre più trovarle ad Oriente grazie al progressivo sviluppo dei mercati obbligazionari asiatici. Questa asset class è caratterizzata da rendimenti superiori a parità di qualità di emissione rispetto ad Europa e Stati Uniti e la flessione dei rendimenti sui titoli di Stato USA ha favorito ulteriormente le obbligazioni dei mercati emergenti e investment grade asiatiche” spiega a FinanciaLounge Bryan Collins, Gestore Fidelity specializzato nell’obbligazionario asiatico.

La gamma obbligazionaria asiatica di Fidelity include FF China RMB Bond Fund (recentemente lanciato anche in classe E), FF Asian Bond Fund e FF Asian High Yield Fund; fondi che hanno saputo ottenere rendimenti particolarmente interessanti e che sono caratterizzati da un attento controllo del rischio.

Il mercato obbligazionario asiatico, offre già una consolidata profondità e ampiezza, con una vasta diversificazione nelle opportunità che includono diversi Paesi, valute, settori e qualità degli emittenti. L’espansione delle emissioni in Asia sta proseguendo molto rapidamente, in particolare per quanto concerne le emissioni in dollari e quelle in renminbi cinesi di emittenti internazionali.

In particolare, il fondo FF China RMB Bond Fund investe in titoli investment grade (evitando dunque le emissioni senza rating e quelle non investment grade) e ha una duration relativamente breve. Il fondo è caratterizzato da una solida diversificazione e beneficia di due driver di crescita: gli yield delle obbligazioni sottostanti e l’apprezzamento nel lungo periodo del renminbi cinese, una valuta sempre più importante negli scambi internazionali, che potrebbe divenire una divisa di riferimento a livello globale già nei prossimi anni. Il fondo ha ottenuto un andamento in valuta locale particolarmente stabile, con un rendimento dal lancio superiore al 4% e una volatilità di 2,91% (deviazione standard), mentre gli investitori Euro hanno ottenuto un rendimento del 5,9% dall’inizio dell’anno e del 12,4% dal suo lancio.

Il FF Asian Bond Fund , invece, investe in emissioni sovrane e governative asiatiche di alta qualità ed è gestito in maniera flessibile e con un’ampia diversificazione geografica e settoriale, combinando la selezione delle emissioni maggiormente interessanti, ad un attento controllo del rischio. Il fondo ha registrato un rendimento in euro dell’11% dall’inizio dell’anno. Inoltre è disponibile il comparto nella classe a distribuzione mensile dei proventi, che sono stati in media del 3,2% all’anno.

Un altro mercato particolarmente interessante nel contesto dell’obbligazionario asiatico è quello dell’alto rendimento. Il FF Asian High Yield Bond Fund è dedicato proprio a questo universo di investimento: un fondo, lanciato nel 2007, che vanta un track record di eccellenza e oltre 2 miliardi di USD di masse gestite (rendendolo uno dei più grandi della categoria). La selezione dei titoli in portafoglio si basa sulla ricerca proprietaria e l’attenta analisi di ciascun emittente, con un particolare focus sulla corporate governance. L’approccio di gestione è infatti prudente e include un’ampia diversificazione anche a livello settoriale, al fine di ridurre il rischio e ottimizzare il portafoglio. Il fondo FF Asian High Yield Fund ha realizzato dall’inizio dell’anno un rendimento del 16,5% e la classe a distribuzione mensile dei proventi ha staccato in media cedole mensili equivalenti al 7,8% annuo.

Fonte dati: Bloomberg
Share:
Trending