come investire

Hi tech: la porta verso il futuro

6 Luglio 2012 - 6:00
financialounge - news
financialounge - news
Da quando i telefoni cellulari, i computer e, più di recente, i social network sono diventanti una parte integrante della vita reale, la tecnologia ha assunto un ruolo di prima necessità. Il continuo miglioramento delle prestazioni della rete internet, l’evoluzione dei personal computer (dai pc tradizionali ai netbook fino agli innovativi tablet), il progressivo successo delle connettività social, rappresentano una sfida ai modelli di business tradizionali.

Nel settore hi tech figurano aziende efficienti che possono vantare ingenti flussi di cassa, profitti elevati e sostenibili nel tempo e stati patrimoniali molto solidi. Ma perché questo può essere il momento per gli investitori di riscoprire il settore che per sua stessa natura rappresenta la porta verso il futuro?

Innanzitutto perché l’alta tecnologia offre l'opportunità di partecipare alla ripresa mondiale: non appena i consumi ripartiranno, l’acquisto di beni e servizi informatici sarà il primo a beneficiarne e in misura superiore alla media di mercato. Inoltre i bilanci aziendali solidi e le strutture di costo flessibili che caratterizzano le aziende del settore sono in grado di garantire una certa protezione, nel caso in cui i trend economici dovessero deteriorarsi.

D’altra parte è sufficiente dare uno sguardo a cosa è accaduto in due recenti fasi dei mercati finanziari. Negli ultimi tre anni, caratterizzati da una ripresa dei mercati azionari dai minimi della primavera 2009, l’indice MSCI World convertito in euro (rappresentativo delle borse mondiali) ha registrato un rialzo del 38% mentre l’S&P500 di Wall Street si è apprezzato del 62% e l’indice tecnologico Nasdaq dell’81%.

Allargando invece l’orizzonte agli ultimi 60 mesi, da maggio 2007, e cioè dalla vigilia dello scoppio della bolla dei mutui subprime, a maggio 2012, mentre il Nasdaq può vantare un rialzo del 17,8%, sia l’S&P500 (-7,1%) che l’MSCI World (-21%) evidenziano perdite più o meno significative. Numeri che dimostrano come il settore dell’alta tecnologia possa rappresentare, anche in una fase come questa, una componente imprescindibile del portafoglio finanziario.
Trending