Assogestioni

Ad aprile sale la raccolta per gli obbligazionari

25 Maggio 2012 - 6:00
financialounge - news
financialounge - news
Il mese di aprile chiude con il segno meno per l’industria italiana del risparmio gestito. I riscatti, al netto delle nuove sottoscrizioni, ammontano complessivamente a 1,3 miliardi di euro.

Le nuove adesioni si sono concentrate sui fondi ad indirizzo obbligazionario sui quali sono confluiti quasi 1,6 miliardi di euro. I fondi di diritto estero, che registrano anche questo mese un saldo netto positivo di raccolta per più di 1 miliardo di euro, valgono ora più del 65% del patrimonio gestito in fondi aperti: al 30 aprile il patrimonio gestito dal sistema ammonta a 967 miliardi di euro.Sono questi, alcuni dei principali dati emersi dalla Mappa mensile del Risparmio Gestito di aprile 2012 a cura di Assogestioni, l’associazione di categoria italiana delle società di gestione.

Guardando più da vicino i dati del rapporto, si scopre che dei circa 1,3 miliardi d riscatti di aprile, 681 milioni fanno capo alle Gestioni Collettive, quelle che includono i fondi comuni aperti e i fondi chiusi, mentre gli altri 618 milioni sono imputabili alle Gestioni di Portafoglio, che invece aggregano sia le gestioni del pubblico retail che quelle relative agli investitori istituzionali.

Per quanto riguarda invece le macro categorie di fondi comuni aperti, la racoclta netta è positiva soltanto per gli obbligazionari (quasi 1,6 miliardi di euro) mentre le altre tipologie di prodotti registrano un saldo mensile in rosso: azionari (-1,2 miliardi), bilanciati (-118 milioni), flessibili (-752 milioni), monetari (-141 milioni) e hedge fund (-319 milioni). A livello di patrimonio, invece, i fondi obbligazionari detengono il 45,3% del totale,gli azionari il (22,1%, i flessibili il14,3%, i monetari il 10,5% e i bilanciati il 4,7%.

Tenendo conto sia dell’andamento dei mercati finanziari,sia dell’attività di gestione e anche dei flussi di la raccolta, il patrimonio complessivo dell’industria italiana del risparmio gestito scende dai 975 miliardi di euro di fine marzo agli attuali 967 miliardi.

Guarda le tabelle di sintesi dei dati nella gallery.

Fonte dati: Assogestioni
Trending