Volfefe Index, JP Morgan analizza i tweet di Trump sui mercati

di Chiara Merico

Il“Volfefe Index” punta a misurare l’andamento della volatilità subito dopo le dichiarazioni del presidente Usa. Che spesso provocano violente correzioni, mentre a lungo andare la risposta dei mercati non è negativa

Che un tweet del presidente Usa Donald Trump sia in grado di influire sull’andamento dei mercati è un dato di fatto ormai assodato da tempo. L’ultimo esempio, estremamente eclatante, risale allo scorso 23 agosto, giorno in cui un tweet di Trump fortemente critico nei confronti della Federal Reserve – definita potenzialmente “un nemico più grande del presidente cinese Xi Jinping” – ha provocato una pesante correzione sulle Borse di tutto il mondo.

UN INDICE AD HOC

Investitori ed esperti si sono spesso chiesti se ci fosse un modo per analizzare queste dinamiche in maniera sistematica, misurando l’effettivo impatto dei tweet di Trump sui mercati. A provare a dare una risposta è stato il colosso bancario JPMorgan, che ieri ha annunciato il lancio di un indice apposito. Il nome scelto è “Volfefe” Index, una crasi tra le parole “volatilità” e “covfefe”, il testo di un famoso tweet del presidente Usa, il cui significato è ancora avvolto dal mistero.

OSCILLAZIONI MISURABILI

L’indice, spiega la Cnbc, fa riferimento alle oscillazioni misurabili del tasso di volatilità implicita dei Treasuries a due e cinque anni. Alla base dell’idea, hanno precisato gli analisti di JPMorgan, c’è il fatto che “i tweet del presidente Trump sono sempre più diretti alla Federal Reserve e alle tensioni commerciali con la Cina”, temi che si ripercuotono “sempre di più sulla politica monetaria americana”.

I TWEET INFLUENZANO I PREZZI DEGLI ASSET

“Le politiche commerciali e monetarie sono diventate un tema sempre più importante per il governo e qualsiasi posizione in materia, da opinioni episodiche a intenzioni politiche apparentemente formali, viene diffusa globalmente e istantaneamente attraverso questa piattaforma”, hanno spiegato gli esperti di JPMorgan. “Di conseguenza, le dinamiche di prezzo di un’ampia fascia di asset, dalle singole azioni ai macro-panieri, sono ormai influenzate da una manciata di tweet del comandante in capo”.

Powell apre sui tassi ma finisce nel mirino di Trump

Powell apre sui tassi ma finisce nel mirino di Trump

INFLUENZA POSITIVA A LUNGO TERMINE SUL DOW JONES

Secondo un report di Bank of America Merrill Lynch, dal giorno della sua elezione Trump ha postato in media oltre 10 tweet al giorno diretti ai suoi quasi 64 milioni di follower. Dei 4.000 tweet (retweet esclusi) pubblicati da Trump dal 2018 a oggi, solo 146 sono riusciti a muovere il mercato. In ogni caso, anche se i tweet del presidente Usa vengono spesso accolti negativamente dai mercati, a lungo andare l’influenza di Trump su Wall Street resta positiva. Anche se nelle giornate in cui il presidente twitta più di 35 volte il mercato reagisce negativamente, dal giorno della sua elezione nel 2016 il DJI (Dow Jones Industrial Average) ha guadagnato il 42%.

I TITOLI SI RIPRENDONO NEL MEDIO TERMINE

A confermarlo è stato anche il Wall Street Journal, che due anni fa aveva elaborato un indice apposito (il Trump Target Index) per valutare l’andamento delle azioni di 12 aziende criticate dal presidente Trump su Twitter. Dall’analisi è emerso che nella maggior parte dei casi questi titoli – Boeing e Toyota, solo per fare due esempi – hanno reagito negativamente nell’immediato, per poi però risalire nel medio termine, fino a registrare una performance superiore di un paio di punti a quella dell’indice S&P 500.

I TWEET NON SI POSSONO IGNORARE

“I risultati finanziari e le proiezioni sono più importanti di qualsiasi cosa qualcuno dica in un tweet”, aveva commentato all’epoca il gestore George Schultze. Tuttavia, per gli investitori ignorare cosa posta Trump resta molto difficile: l’attenzione per l’attività social del presidente Usa resta molto elevata, come dimostra il lancio nel 2017 dell’app Trump trigger, che invia un alert ogni volta che il capo della Casa Bianca cita su Twitter una società quotata in Borsa.




FinanciaLounge
10 Settembre 2019
Partner
Top