Reti di promotori, al 35% la quota dei fondi esteri in portafoglio

A fine giugno 2012 il controvalore complessivo di tutte le attività (prodotti finanziari e servizi di investimento), distribuiti dalle reti di promotori associati in Assoreti ammontava a 241,1 miliardi di euro. La lieve flessione (-0,8%) rispetto al trimestre precedente è la conseguenza di una costante instabilità dei mercati finanziari.

Guardando alle componenti del portafoglio che hanno determinato tale flessione, si nota che il risparmio gestito ha contribuito con una contrazione dello 0,6% mentre quello amministrato ha chiuso il trimestre con un -1,3%). A fine giugno, OICR (fondi e comparti di sicav), gestioni individuali e prodotti assicurativi e previdenziali rappresentavano nell’insieme il 70,9% del portafoglio totale, con una valorizzazione complessiva pari a 171,9 miliardi, mentre titoli e liquidità si attestano sui 70,2 miliardi di euro, con una incidenza del 29,1%.

Per quanto riguarda in particolare le quote di OICR sottoscritte direttamente, il loro controvalore si attestava a 99,2 miliardi di euro (-1,1% sul mese di marzo), pari una quota di mercato sul patrimonio totale delle reti di promotori pari al 41,1%. Da sottolineare che il 35% del portafoglio è investito in fondi e comparti di sicav esteri: questi 84,3 miliardi di euro, risultavano ripartiti tra fondi tradizionali (69,3 miliardi di euro) e fondi di fondi (15 miliardi di euro), mentre il 5,7% del portafoglio, pari a 13,7 miliardi di euro, è impiegato in fondi di diritto italiano.

I prodotti assicurativi e previdenziali, con 56,3 miliardi di euro, evidenziavano un incremento dell’1,6% e un’incidenza nel portafoglio dei clienti delle reti in aumento al 23,4%, per effetto di dinamiche di crescita osservabili sulle polizze vita tradizionali, sulle unit linked e sui piani individuali previdenziali.
Le gestioni patrimoniali, con 15,4 miliardi di euro ed una flessione del 4,8%, riducono il proprio peso in portafoglio al 6,4%.

Il contributo complessivo delle reti al patrimonio investito in OICR aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si attesta a fine giugno su un ammontare pari a 142,5 miliardi di euro, raggiungendo così un’incidenza del 33% sul patrimonio totale investito in fondi (patrimonio gestito pari a 431,6 miliardi di euro – dato provvisorio).
Nel comparto del risparmio amministrato, il portafoglio titoli ammonta a 40,9 miliardi di euro, in calo del 3,9% sul trimestre precedente e un’incidenza del 17% sul patrimonio totale; cresce invece (+2,7%) la componente mantenuta sotto forma di liquidità (29,3 miliardi di euro).

Fonte dati: Assoreti




FinanciaLounge
5 Settembre 2012
Partner
Top