Record di consegne per Airbus che sorpassa Boeing

di Redazione

Il sorpasso dalla rivale americana Boeing non avveniva dal 2011. La casa di Seattle penalizzata dal disastro del 737 Max, che è costato alla fine le dimissioni del ceo Muilenburg e che avrà effetti anche sul 2020

La regola secondo cui l’America avanza e l’Europa segue, confermata nel 2019 per quanto riguarda la crescita delle rispettive economie e anche dei mercati azionari, non vale se si parla della leadership mondiale nella produzione di aerei. Lo scorso anno per la prima volta dal 2011 il consorzio europeo Airbus ha conquistato il podio di primo produttore del mondo con 863 aeromobili consegnati ai clienti Il risultato è senz’altro merito del costruttore europeo, che ha aumentato le consegne dell’8% rispetto agli 800 aerei del 2018, ma è anche la conseguenza dei gravi problemi che hanno afflitto la casa di Seattle con il disastro del 737 Max, che alla fine ha portato alle dimissioni alla vigilia di Natale del ceo Dennis Muilenburg.

UN ANNO D’ORO PER AIRBUS E NERO PER LA CASA DI SEATTLE

I dati delle consegne di Airbus non sono ancora ufficiali, ma sono stati ricostruiti da Reuters sulla base di quanto appreso da fonti aeroportuali e commerciali. Se il 2019 è stato un anno d’oro per Airbus è stato invece un disastro per Boeing, che dopo due fatali incidenti è stata costretta a mettere a terra il suo velivolo più importante, il 737 Max appunto, con conseguenze negative che impatteranno anche le vendite del 2020. Per questo il sorpasso non è stata una sorpresa totale e ha anche messo in luce il lungo cammino che Boeing deve ancora percorrere per recuperare, non si sa quando, la sua posizione di leader di mercato.

PROBLEMI ANCHE PER IL CONSORZIO EUROPEO, MA TARGET RAGGIUNTO E SUPERATO

Anche Airbus ha dovuto fare i conti con qualche problema e ha dovuto tagliare gli obiettivi produttivi del 2-3% a ottobre, ma è riuscita comunque a superare sul filo di lana il target limato al ribasso di 860 jet consegnati nell’anno. Il dato è comunque tenuto sotto stretta osservazione dagli investitori, perché il grosso degli incassi da parte dei clienti avviene proprio al momento della consegna degli aeromobili. Il problema principale per il produttore europeo riguarda il nuovo A321 che viene assemblato ad Amburgo, in Germania.

LA REPUTAZIONE DI BOEING COMUNQUE RESTA ALTA SOPRATTUTTO IN AMERICA

Il disastro del 737 Max non ha comunque intaccato la reputazione di Boeing, almeno in America. Qualche giorno fa Usa Today ha messo a confronto il parere di ex piloti per arrivare alla conclusione che la scelta tra i due produttori non è facile perché sono entrambi apprezzati. Gli Airbus sono più confortevoli sulle tratte lunghe, mentre il 737 della Boeing è considerato il migliore quando il velivolo deve affrontare il vento di traverso, una situazione particolarmente fastidiosa, se non peggio, in fase di atterraggio quando le raffiche rendono difficile tenersi allineati per centrare la pista.




Financialounge.com
2 Gennaio 2020
Partner
Top