Fondi a distribuzione mensile delle cedole con Fidelity

Un reddito extra utilizzabile per diversi scopi dalla retta scolastica dei figli ad una vacanza, dall’iscrizione a un club riservato alla semplice integrazione del reddito.

Così veniva giustificato, in estrema sintesi nell’articolo “Perché cresce la voglia di cedola anche nei fondi” pubblicato su FinanciaLounge lo scorso 24 luglio, il crescente successo dei fondi a distribuzione dei proventi. Un tema ripreso volentieri da Paolo Federici, Country Head per l’Italia di Fidelity Worldwide Investment, per il quale i fondi a distribuzione mensile delle cedole sono infatti in grado di offrire un flusso finanziario stabile e regolare coniugandolo con i vantaggi tipici dei fondi d’investimento, quali la gestione attiva da parte di esperti gestori e la liquidabilità, cioè la possibilità di accedere al proprio investimento in qualunque momento lo si desideri.

“Fidelity distribuisce in Italia una gamma di fondi a distribuzione mensile della cedola particolarmente ampia: l’obiettivo è quello di consentire alle diverse tipologie di investitori di selezionare gli strumenti realmente più adatti alle loro specifiche esigenze. Oggi, in particolare, Fidelity vanta una gamma particolarmente ampia di prodotti a cedola mensile disponibile in Italia. Questa include numerosi fondi obbligazionari e azionari, focalizzati su differenti geografie e classi di attivi, per consentire agli investitori di costruire portafogli di investimento a distribuzione mensile che siano ampiamente diversificati e su misura per le necessità di ciascuno. E’ dunque possibile beneficiare dal flusso di reddito fornito dalle cedole mensili, attraverso fondi obbligazionari orientati alla difesa del capitale, o al contrario coniugando il flusso cedolare mensile con il potenziale di crescita di lungo periodo proprio delle azioni e di alcune tipologie di obbligazioni” spiega a FinanciaLounge Paolo Federici.

E’ importante sottolineare come molti di questi fondi siano stati lanciati già nel 2003: in questi nove anni hanno saputo dimostrare una elevata affidabilità e una costanza nel flusso cedolare.

“I pagamenti delle cedole sono infatti sempre stati regolarmente liquidati, cosa peraltro non sempre scontata, e sono stati caratterizzati, anche nelle fasi di mercato più complesse, da oscillazioni contenute” tiene a precisare Paolo Federici. Tutto ciò offre agli investitori maggiore serenità, laddove al principio di ciascun mese i sottoscrittori di questi comparti ricevono conferma circa l’ammontare esatto che il 15 del mese sarà versato direttamente, senza nessun costo aggiuntivo, sul loro conto corrente.




FinanciaLounge
6 Settembre 2012
Partner
Top