Con Fidelity l’investimento in Renminbi è di qualità

di FinanciaLounge

L’investimento in fondi obbligazionari in valuta cinese costituisce una interessante opportunità sia come fonte di rendimento assoluto sia come fonte di diversificazione del portafoglio.
Era una delle conclusioni cui giungeva l’articolo “L’alta decorrelazione con l’area euro dei fondi obbligazionari in renminbi” pubblicato lo scorso 21 agosto su FinanciaLounge.
Ha colto l’occasione per intervenire sul tema Paolo Federici, Country Head per l’Italia di Fidelity Worldwide Investment, convinto che le obbligazioni in valuta cinese possano presentare numerosi motivi di interesse per gli investitori italiani in virtù dello straordinario sviluppo che sta vivendo il mercato obbligazionario cinese e delle prospettive di apprezzamento della valuta di Pechino nel medio-lungo periodo.

“Il mercato delle obbligazioni “Dim Sum” (Il mercato offshore delle obbligazioni denominate in valuta locale cinese), continua a dimostrare un sostenuto trend di crescita, grazie anche alle numerose emissioni da parte di solide aziende internazionali che finanziano le loro attività in Cina con obbligazioni denominate in renminbi (tra cui nomi come McDonalds, Volkswagen, Ferragamo, etc.). L’interesse degli investitori verso questa valuta è infatti in costante aumento e non mancano opportunità con valutazioni interessanti” sottolinea a FinanciaLounge Paolo Federici che poi aggiunge: “Il trend di apprezzamento della valuta cinese rende gli investimenti in renminbi particolarmente adatti agli investitori Euro che vogliano diversificare le valute in portafoglio. L’apprezzamento della divisa cinese rispetto all’euro è stato infatti marcato nel corso dell’anno, e grazie anche al graduale ampliamento da parte del governo della fascia di oscillazione del renminbi, vi sono buone ragoni per credere che sia destinato a proseguire nel medio lungo periodo. Inoltre l’internazionalizzazione della valuta cinese procede grazie anche agli accordi commerciali stretti dalla Cina con alcuni dei suoi maggiori partner commerciali (tra cui Arabia Saudita, Russia, Giappone) per scambiare materie prime, merci e tecnologie pagandole direttamente in renminbi. Questa è una delle priorità del Governo di Pechino, al punto che si stima che nel tempo il renminbi possa diventare una vera e propria divisa di riferimento a livello internazionale”.

Per gli investitori che desiderino ottenere una esposizione a obbligazioni denominate in renminbi Fidelity propone il FF China RMB Bond Fund.
“Il fondo investe in obbligazioni di alta qualità (investment grade) emesse sia da società ed enti cinesi sia da aziende internazionali che operano in Cina. Evitiamo i titoli ad alto rendimento (high yield) in renminbi che non sempre garantiscono gli stessi livelli di tutela degli investitori che si osservano in altri mercati. Adottiamo una strategia di investimento che mira ad offrire rendimenti interessanti, uniti ad un migliore controllo del rischio e ad una logica più difensiva rispetto ad altre soluzioni offerte sul mercato” precisa Paolo Federici.

In quest’ottica, il FF China RMB Bond Fund può rappresentare uno strumento ideale per diversificare le valute in portafoglio e beneficiare al contempo di molteplici fonti di crescita. Il fondo dal suo lancio ha dimostrato una marcata stabilità in renminbi e gli investitori in euro hanno beneficiato anche di un forte apprezzamento della valuta cinese rispetto alla nostra moneta unica. Il rendimento complessivo del fondo è stato dell’11,24% in meno di 9 mesi (dal 7.12.11 al 17.08.12 – fonte Bloomberg).




22 Agosto 2012
Partner
Top