Contatti

Strategie di investimento

Ecco come diversificare i mercati tradizionali con la strategia di PGIM Wadhwani

Michael Dicks (PGIM Wadhwani) illustra la strategia del fondo PGIM Wadhwani Keynes Systematic Absolute Return e spiega perché lo scenario è favorevole per strategie macro sistematiche come questa

di Leo Campagna 21 Ottobre 2022 17:00
financialounge -  mercati Michael Dicks PGIM Investments PGIM Wadhwani
financialounge -  mercati Michael Dicks PGIM Investments PGIM Wadhwani

Cercare di registrare andamenti non correlati alle azioni e alle obbligazioni nell'arco di un intero ciclo di mercato, offrendo agli investitori un rendimento pari alla liquidità più il 5%, con una volatilità del 7%. E’ questo l’identikit della strategia macro sistematica del PGIM Wadhwani Keynes Systematic Absolute Return, fondo gestito da PGIM Wadhwani.

SEI DIVERSI STILI DI INVESTIMENTO


Un fondo che assume posizioni sia lunghe (rialziste) che corte (ribassiste) nei futures azionari e obbligazionari e sulle valute, in 76 mercati, utilizzando sei diversi stili di investimento. Con un suo tratto distintivo: un comprovato track record (più di sette anni) nell'ottenere rendimenti e volatilità vicini all'obiettivo. “In base alle previsioni dei nostri modelli scorgiamo un'inflazione che continuerà a sorprendere il consenso al rialzo, mentre la crescita dovrebbe risultare inferiore a quanto generalmente previsto. Una combinazione che dovrebbe indurre le banche centrali ad aumentare i tassi di interesse in modo più aggressivo rispetto alle attese” riferisce Dicks.

POSIZIONI RIBASSISTE SU AZIONI E SU STRUMENTI A REDDITO FISSO A BREVE


Uno scenario che porta ad assumere posizioni ribassiste sia sulle azioni che sugli strumenti a reddito fisso a scadenza più breve. Nell’ambito delle valute, invece, il comparto sfrutta la forza del dollaro e grandi esposizioni ribassiste, nell’ordine, su euro, sterlina e yen. Secondo l’esperto, le strategie alternative liquide come la KSAR hanno comunque performato bene quest'anno, fornendo  la necessaria diversificazione ai mercati tradizionali e continueranno a beneficiare del contesto macro. “Nei due decenni in cui abbiamo gestito strategie alternative liquide, l'anno migliore è stato il 2008, quello della crisi finanziaria globale” tiene a sottolineare Dicks.

PRODURRE EXTRA RENDIMENTO (ALFA)


Il manager di PGIM Wadhwani aggiunge: “L’approccio sottostante è collaudato nel tempo ed è stato in grado di produrre alfa (extra rendimento) nel breve e nel lungo periodo, in contesti di mercato sia positivi, sia negativi. Ad esempio, nei dieci maggiori drawdown azionari (perdite massime) dall'avvio del comparto nel luglio 2015, la strategia ha sovraperformato in media l'indice MSCI World del 9,2%; quest'anno, addirittura di quasi il 40%”.

LE PREVISIONI PER I PROSSIMI MESI


Per quanto riguarda invece le previsioni per i prossimi mesi, i modelli interni di PGIM Wadhwani segnalano una probabile recessione nel corso del prossimo anno, che forse l’Europa sta già affrontando. “Per quanto riguarda gli Stati Uniti, vi sono diversi scenari che potrebbero verificarsi e ai quali si potrebbero attribuire probabilità significative: dal soft landing, che secondo noi ha una probabilità minore, ad un hard landing, fino allo scenario di ‘tolleranza dell'inflazione’, o perché le banche centrali scelgono di prendersi il tempo necessario per riportare l'inflazione al target oppure su pressioni dei governi” argomenta Dicks.

MEGLIO UN APPROCCIO FLESSIBILE


Secondo il quale è tuttavia troppo rischioso scommettere su un solo scenario. “La visione è quella di essere flessibili e spostare le probabilità sui diversi scenari a mano a mano che vengono resi noti nuovi dati e le strategie si adeguano di conseguenza in modo flessibile. Questo è l'approccio che è stato in grado di muoversi con successo in contesti in rapida evoluzione ed ha permesso di fornire negli ultimi sette anni un flusso di rendimenti diversificati vicino al target” conclude il manager di PGIM Wadhwani.
Trending