Cosa aspettarsi

Credit Suisse Asset Management: tempi difficili per le azioni, puntare sui vincenti di lungo termine

Angus Muirhead, Head of Equities di Credit Suisse Asset Management, spiega che la gestione attiva può aiutare a costruire strategie che individuano le aziende del futuro, che oggi non sono ancora intercettate

di Virgilio Chelli 18 Settembre 2022 09:30
financialounge -  Angus Muirhead azioni Credit Suisse Asset Management Morning News
financialounge -  Angus Muirhead azioni Credit Suisse Asset Management Morning News

Agli investitori piacciono le certezze e in una fase come quella attuale vendere azioni è una reazione comune e molto umana ma è anche dettata dal panico e non sempre utile. Secondo Angus Muirhead, responsabile Equities di Credit Suisse Asset Management, inoltre arriva spesso troppo tardi, dopo che il mercato è sceso e le notizie negative sono già prezzate. Gli investitori dovrebbero guardare in prospettiva e valutare il lungo termine, che è anche più semplice che prevedere il giorno per giorno.

IDENTIFICARE I TEMI DI INFESTIMENTO


L’esperto di Credit Suisse AM ricorda che i mercati azionari hanno una tendenza al rialzo nel lungo termine, intervallata da drastiche correzioni e periodi di calo più prolungati. Per questo sembra logico detenere i titoli azionari sul lungo periodo, o semplicemente aumentare la permanenza in portafoglio durante le fasi di calo e ridurre le posizioni dopo che il mercato ha dato buoni risultati. Ma per detenere titoli azionari a lungo termine, vanno identificati i temi d’investimento favoriti da vigorosi fattori di crescita strutturale di ampio respiro.

IMPORTANZA DELLA GESTIONE ATTIVA


Per identificare i vincitori dei prossimi 10 anni i gestori di fondi a gestione attiva possono utilizzare le loro conoscenze e esperienze. Spesso sono società ancora piccole, non comprese in indici importanti e in genere sconosciute alla maggior parte. Nello scenario recente i titoli con valutazioni eccessive hanno generato perdite, ma lo stesso è accaduto ad alcune società più piccole, molto promettenti e di alta qualità. Molte sono al momento a valutazioni attraenti e rappresentano un’opportunità molto interessante per investitori esperti con un orizzonte di investimento a lungo termine.

TECNOLOGIA, INNOVAZIONE E ESG


Muirhead considera inoltre la tecnologia, l’innovazione e i fattori ESG tra le principali tendenze che plasmeranno l’economia di domani. E’ diffusa la convinzione che il modo in cui abbiamo operato negli ultimi 50 anni non sia sostenibile, e man mano che consumatori e investitori chiedono approcci diversi e le normative iniziano a imporre nuove regole, le tematiche ESG assumeranno una rilevanza sempre maggiore.

MA ANCHE SANITA’ E ISTRUZIONE


La tecnologia e l’innovazione inoltre ampliano le opportunità di investimento in molti settori con l’automazione, la robotica e l’intelligenza artificiale che possono ridurre gli sprechi e l’uso intensivo di risorse in vari ambiti, migliorandone la qualità della vita. In settori come la sanità, la tecnologia può consentire la diagnosi precoce delle malattie e la somministrazione di nuovi trattamenti in un lasso di tempo molto breve. Nel settore dell’istruzione infine la tecnologia può offrire un accesso più agevole a una formazione scolastica di qualità a un ampio spettro di persone a livello globale.

RISCHI PER LA SICUREZZA


La tecnologia può quindi contribuire a migliorare la dimensione sociale dei fattori ESG. Se da un lato la tecnologia rende la vita più comoda, osserva l’esperto di Credit Suisse, dall’altro espone anche a rischi per la sicurezza che prima non erano presenti.

UN APPROCCIO ‘PURO’


In conclusione, secondo Muihead, per investire a lungo termine bisogna cercare un’esposizione pura a temi di investimento, individuando una strategia che offra un alto livello di esposizione al tema scelto, con un approccio «puro» in cui le società in portafoglio traggono almeno il 50% dei ricavi dal tema. In questo modo si tende a prestare maggiore attenzione a società di piccole dimensioni che potrebbero rivelarsi vincenti in futuro. Secondo l’esperto di Credit Suisse gli investitori debbano cercare temi di investimento orientati al futuro e sostenuti da potenti propulsori di lungo termine che plasmeranno il mondo e la società per i prossimi decenni.

MITIGARE LE TURBOLENZE


Un approccio di portafoglio ben diversificato e bilanciato, inoltre, può aiutare a mitigare la turbolenza del mercato e offrire agli investitori rendimenti aggiustati per il rischio nel lungo termine.
Trending