La strategia

BlackRock: lo scenario di mercato impone agli investitori aggiustamenti rapidi

L’Outlook Forum della grande casa ha indicato che bisogna prepararsi a cicli economici brevi e volatilità in aumento. La costruzione di portafoglio diventa più articolata, con spazio a liquidità e asset privati

di Virgilio Chelli 28 Giugno 2022 19:30
financialounge -  banche centrali BlackRock investimento outlook
financialounge -  banche centrali BlackRock investimento outlook

Gli investitori si aspettano cicli economici brevi, volatilità in aumento, sia a livello macro che sui mercati. Di qui la necessità di aggiustamenti di portafoglio più rapidi e di avvicinare l’orizzonte d’investimento privilegiando la liquidità nei portafogli. La tradizionale costruzione di portafoglio fatta di un 60% di azioni e un 40% di bond sta lasciando il passo a una composizione 40-30-30, che oltre alle componenti tradizionali include gli asset privati. Puntare semplicemente su inversione dell’andamento medio di mercato o comprare sui minimi non funziona più.

NUOVO REGIME MACRO E DI MERCATO


Sono le indicazioni raccolte da BlackRock nell’Outlook Forum che con cadenza di due volte l’anno la grande casa tiene con I propri gestori di portafoglio e executive, svoltosi per la prima volta di persona dopo la pandemia a metà giugno. Lo riferisce il BlackRock Investment Institute nel suo commento settimanale di mercato che caratterizza la fase attuale come l’ingresso in un nuovo regime macro e di mercato. Dal fronte macro arrivano dati deboli, a rafforzare i timori di rallentamento, che settimana scorsa si sono tradotti in azionario in rialzo e rendimenti in calo, mentre la tenacia dell’inflazione britannica alimenta i timori di un eccesso di stretta delle banche centrali.

INFLAZIONE TEMA DOMINANTE


Ora mercati e investitori guardano ai dati in arrivo sull’inflazione USA, per vedere se la pressione si sta allentando, mentre quelli dell’Eurozona dovrebbero rafforzare le intenzioni di stretta della Bce. Il dibattito all’Outlook Forum di BlackRock si è concentrato proprio sui fattori che alimentano l’inflazione, dopo che la pandemia ha dirottato la spesa dei consumatori dai servizi ai beni, imponendo una riallocazione settoriale delle risorse. La ripartenza ha rianimato i servizi creando tensioni sul mercato del lavoro. La guerra in Ucraina ha aggiunto un ulteriore shock sui prezzi delle commodity, spingendo l’inflazione ai massimi da 40 anni.

PUNTO D’ARRIVO SOPRA IL TARGET DELLA FED


Quasi tutti i partecipanti al Forum hanno previsto un punto d’arrivo dell’inflazione sopra il target della Fed su un orizzonte di 5 anni, contro solo la metà al precedente evento di novembre. Ma le opinioni sono divise su come reagiranno le aziende e sulla capacità di mantenere margini elevati nel nuovo ambiente globale.
Sui pareri espressi al Forum hanno pesato anche le preoccupazioni per la crescita, data l’aggressività delle banche centrali. Per metà dei partecipanti la ripresa è destinata allo stallo nel giro di un paio d’anni con una recessione globale breve e poco profonda, anche qui in deciso aumento rispetto a sei mesi fa.

I PREZZI DELLE COMMODITY RESTERANNO ALTI


Il tutto traccia un quadro di rapido cambiamento che complica le cose. I prezzi delle commodity sono attesi comunque elevati, per la capacità produttiva ridotta dopo anni di sotto-investimenti, mentre esplode la domanda di metalli industriali necessari alla transizione verde. La sovra performance degli asset energetici tradizionali non indica uno stop della transizione, ma riflette l’attesa di crescita elevata per sostituire le forniture della Russia, sempre secondo quanto emerso dal Forum.

FRAMMENTAZIONE GEOPOLITICA E EMERGENTI


Secondo BlackRock, i combustibili fossili a basso contenuto di carbonio hanno un ampio ruolo da giocare per consentire la transizione energetica. Un altro tema del nuovo regime è la frammentazione geopolitica, accelerata dalla crisi ucraina, e il Forum si è concentrato su quanti Paesi Emergenti cercheranno di posizionarsi in un terreno di mezzo tra USA e Cina o schierarsi con l’uno contro l’altro. Ormai la stessa definizione di Emergenti racchiude un universo estremamente diversificato, che rende desueto il vecchio gioco di andare alla ricerca di crescita e asset a buon mercato.

È IL MOMENTO DELLA QUALITÀ


Ora, sempre secondo quanto emerso dal Forum di BlackRock, è invece il momento della qualità degli investimenti, del potenziale di redditività e della ricerca di beneficiari del fenomeno che la stessa BlackRock definisce il “friend-shoring”, vale a dire localizzazioni affidabili delle catene di produzione e fornitura. Inoltre, la dipendenza degli Emergenti dalla Cina è in decline, il che ha in parte attutito l’impatto della recente stretta anti-Covid.
Trending