Le Borse Ue iniziano la settimana caute, la Yellen apre a lieve rialzo tassi Usa

La giornata sui mercati
di Fabrizio Arnhold 7 Giugno 2021 - 9:22

I listini del Vecchio Continente iniziano la settimana all’insegna della cautela, rallentati sempre dai timori sull’inflazione. Il prezzo del petrolio in lieve calo, spread poco mosso

Le Borse europee aprono la settimana in lieve calo, in assenza di dati macro rilevanti dall’Europa e dagli Usa e con l’inflazione che continua a preoccupare. A Milano l’indice Ftse Mib inizia la giornata di contrattazioni a -0,12%, il Dax di Francoforte a -0,37%, il Cac 40 di Parigi a -0,26%, l’Ibex 35 di Madrid a -0,30% e il Ftse 100 di Londra segna -0,12%. La Borsa di Tokyo archivia la giornata in progresso, con l’indice Nikkei a +0,27%.

YELLEN APRE A LIEVE RIALZO TASSI USA

La Segretaria del Tesoro Usa, Janet Yellen, ha auspicato che l’amministrazione Biden continui sulla via che porta al piano di rilancio dell’economia, anche se questo dovesse alimentare l’incremento dei prezzi, precisando che un ambiente con tassi “leggermente più alti” rappresenterebbe un “plus”.

L’ACCORDO SULLA TASSA MINIMA GLOBALE

Da monitorare anche la reazione dei mercati dopo l’accordo preliminare raggiunto al G7 per una tassa minima globale sulle multinazionali. Venerdì dopo la chiusura dei mercati è arrivata, come da attese, la conferma del giudizio di Fitch sull’Italia con il rating rimasto a BBB- e outlook stabile.

PETROLIO IN CALO, SPREAD STABILE

Il prezzo del greggio registra una flessione, con la quotazione del Brent agosto che cala a 71.35 dollari al barile, mentre il Wti con scadenza a luglio si attesta a 69,19 dollari al barile. Sul fronte valutario, l’euro/dollaro tratta a 1,2157, senza grandi cambiamenti rispetto al prezzo di venerdì (1,217). Lo spread si attesta a 108 punti base, sul valore della chiusura di venerdì.

Financialounge - Telegram