AllianzGI sempre più green, ampliata l’offerta SRI

AllianzGI
di Redazione 9 Gennaio 2020 - 16:34

Tre fondi, ora gestiti secondo l’approccio sostenibile di AllianzGI, mantengono le rispettive caratteristiche in termini di asset allocation strategica, processo di investimento, esposizione geografica e gestione del rischio

Un nuovo tassello nell’offerta di soluzioni di investimento sostenibili multi asset. Allianz Global Investors amplia l’offerta con il riposizionamento della propria gamma core multi asset fra le strategie di investimento SRI (Investimenti sostenibili e responsabili). 

I CRITERI SRI DI ALLIANZ

I tre fondi in questione – Allianz Global Investors Fund – Allianz Dynamic Multi Asset Strategy 15, 50 e 75 – mantengono le rispettive caratteristiche in termini di asset allocation strategica, processo di investimento, esposizione geografica e gestione del rischio, ma con un approccio sostenibile. I fondi vantano un volume complessivo di 2,2 miliardi di euro e restano sotto la responsabilità di Marcus Stahlhacke, head of retail active allocation di AllianzGI.

TRA I PRINCIPALI GESTORI DEL MULTI ASSET

“Siamo tra i principali gestori attivi nell’ambito del multi asset”, commenta Beatrix Anton-Grönemeyer, chief sustainability officer di AllianzGI. “Abbiamo voluto dar seguito ai feedback dei nostri clienti ampliando ulteriormente l’offerta SRI nelle gestioni multi asset in modo credibile e solido, consentendo al contempo l’accesso ad un ampio universo di investimento che abbraccia diversi mercati”. La conversione della strategia è stata un passaggio logico, secondo Thomas Linker, country head per l’Italia di AllianzGI. Questa decisione può essere considerata come una testimonianza di impegno da parte di AllianzGI negli investimenti sostenibili. 

Investimenti tematici e sostenibili, due idee per il 2020

Investimenti tematici e sostenibili, due idee per il 2020

IL PORTAFOGLIO PREVEDE UN’ALLOCAZIONE VARIABILE

Il portafoglio “core” dei fondi DMAS sarà gestito secondo l’approccio SRI di AllianzGI e prevede un’allocazione variabile in azioni globali. L’obiettivo è aumentare la qualità sotto il profilo ESG, con l’aggiunta di investimenti “satellite”, per esempio nei mercati emergenti azionari e obbligazionari. La politica di gestione mira a privilegiare soluzioni SRI anche per questi investimenti “satellite”, nel caso fossero disponibili e in linea con i criteri di selezione.

Financialounge - Telegram