dollaro

Perché dollaro USA e sterlina sono da acquistare

11 Marzo 2014 - 10:45
financialounge - news
financialounge - news
Un giudizio positivo sul dollaro USA rispetto sia all’euro che al franco svizzero per via del tapering della Fed, della sottovalutazione del biglietto verde e della probabile reazione della BCE alla solidità dell’euro. Una outperformence della sterlina inglese sulla moneta unica europea e del dollaro americano rispetto allo yen giapponese. Nell’ambito dei paesi emergenti, invece, un potenziale apprezzamento del renminbi cinese, dello zloty polacco e del peso messicano. Sono queste, in estrema sintesi, le raccomandazioni in tema di strategie valutarie espresse da Marcus Hettinger, Foreign Exchange Analysis del Credit Suisse che descrive così la propria view sulla divisa americana:

“Di recente il dollaro USA si è indebolito toccando nuovi minimi per via della flessione dei dati statunitensi, di una crescita più solida del previsto nella Ue, e dei continui flussi di capitale verso Eurolandia (che con ogni probabilità continueranno a comprendere alcuni flussi di de-leveraging a favore dell’euro tra le banche europee). Di conseguenza il quadro tecnico si è fatto più ribassista, ma continuiamo a ritenere che un cambio relativo della politica monetaria tra la Fed e la BCE, insieme a un euro con una valutazione attualmente elevata, rafforzeranno la posizione del dollaro USA".

Sul versante inglese, la solida crescita nel Regno Unito dovrebbe mantenere verosimilmente intatte le aspettative di un prematuro inasprimento della Bank of England. “Il cambio GBP/USD continuerà quindi a godere di un sostegno nonostante la valutazione elevata, e restiamo neutrali. Tuttavia ci attendiamo ancora un’outperformance della sterlina nei riguardi dell’euro. La nostra previsione che gli spread tra i tassi si muoveranno contro lo yen giapponese (JPY) e di un ritorno dei deflussi di capitale dal Giappone sono invece le ragioni principali per le nostre previsioni positive sul cambio USD/JPY” sottolinea Marcus Hettinger che ribadisce la raccomandazione a vendere il cambio EUR/USD e ad acquistare il cambio USD/JPY, nell’ambito di una delle principali idee d’investimento del Credit Suisse.

In Europa Marcus Hettinger resta neutrale sul cambio euro/franco svizzero (CHF), dal momento che prevede un riciclo solo modesto del surplus delle partite correnti della Svizzera: la Banca Nazionale Svizzera (BNS) manterrà inoltre il livello minimo per il cambio EUR/CHF a 1.20.

“Manteniamo il nostro giudizio neutrale sul cambio dollaro australiano (AUD)/Usd e su quello Usd / dollaro canadese (CAD) poiché il posizionamento propende ancora fortemente verso le posizioni corte in AUD e CAD” precisa Marcus Hettinger che poi spiega: “Poiché la Reserve Bank of Australia (RBA) è passata attualmente a una posizione neutrale, dalla precedente propensione di allentamento, e il recente rafforzamento dei dati canadesi riduce la necessità di uno stimolo da parte della Bank of Canada (BoC), riteniamo che, per il momento, ciò andrà a bilanciare i rischi di un’ulteriore debolezza dell’AUD e del CAD”.

Le banche centrali di alcuni paesi in via di sviluppo con tassi di cambio deboli hanno inasprito la propria politica monetaria, come avvenuto in Turchia o in Sudafrica. Marcus Hettinger ritiene comunque che permangano dei rischi di un’ulteriore debolezza valutaria, poiché la credibilità della politica deve essere ristabilita, la crescita è ancora debole, e l’inflazione è elevata.

“Manteniamo pertanto la nostra preferenza relativa, nell’ambito dei mercati emergenti, per le valute con una solida posizione esterna (renminbi cinese), dove sono state implementate le riforme (peso messicano), o che sono meno sensibili all’incremento dei rendimenti USA (zloty polacco). Nel perimetro della nostra principale idea d’investimento sulle valute, continuiamo a favorire un paniere composto da renminbi cinesi (CNY), peso messicano (MXN), zloty polacco (PLN), won coreano (KRW) contro real brasiliano (BRL), lira turca (TRY), zar sudafricano (ZAR) e rupie indiane e indonesiane” conclude Marcus Hettinger.
Trending