Legg Mason stringe la mano ad Anima Sgr

Il più grande gruppo indipendente del risparmio gestito in Italia sceglie Legg Mason come sub-advisor per un nuovo fondo obbligazionario flessibile, Anima Legg Mason Multi Credit

Una partnership che ha come obiettivo la gestione in sub-advisory di un nuovo comparto obbligazionario, denominato Anima Legg Mason Multi Credit: è quella siglata tra Legg Mason, tra le principali società di asset management al mondo con 746.7 miliardi di asset under management, e Anima Sgr. Matteo Lenardon, deputy country head Italia di Legg Mason, illustra nell’intervista i dettagli dell’accordo.

Su cosa si focalizza il comparto Anima Legg Mason Multi Credit?

Il fondo Anima Legg Mason Multi Credit investe in strategie obbligazionarie di Legg Mason che coprono vari settori del mercato del credito. L’esposizione core del fondo include al momento società investment-grade e high yield, credito strutturato e mercati emergenti in valuta locale. La gestione dei fondi sottostanti si basa su una selezione attiva di titoli, settori e paesi su scala globale.

Quale sarà il ruolo di Legg Mason nell’ambito della partnership?

Legg Mason mette a disposizione le competenze e le capabilities della sua principale affiliata obbligazionaria, Western Asset, che con 429,1 miliardi di dollari di masse in gestione è tra i più grandi gestori al mondo specializzati nel reddito fisso. Legg Mason supporterà Anima nell’identificare le opportunità di investimento per la costruzione dinamica del portafoglio e affiancherà Anima nella promozione presso i propri distributori tramite la piattaforma proprietaria Open.

Come funziona il modello di sub-advisory?

Si parla di sub-advisory quando un fondo viene commercializzato sotto il marchio del distributore, ma viene gestito – in tutto o in parte – in outsourcing da un gestore esterno, in genere specializzato in uno specifico mercato. Quando uno dei nostri interlocutori – tipicamente reti distributive o altre Sgr – vuole costruire un portafoglio di investimenti su una particolare asset class, collaboriamo insieme per studiare la soluzione migliore. Non si tratta quindi di prodotti preconfezionati, ma del punto di arrivo di un percorso alla ricerca del prodotto che meglio si adatta alle esigenze dei nostri partner. Mentre un fondo offre spesso una soluzione standard, la relazione di sub-advisory consente la personalizzazione di portafoglio in termini di linee guida e altro. Solo in Europa il mercato del sub-advisory conta masse in gestione per circa 480 miliardi di euro, e il trend è in forte crescita.

**  Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge. Una parte dei contenuti e dei dati sono stati gentilmente concessi da Legg Mason

Kritchanut / iStock / Getty Images Plus


FinanciaLounge
12 Marzo 2019
Partner
Top