Usa, l’economia preoccupa ma anche l’immigrazione fa paura

Un sondaggio AP-NORC ha rilevato che i temi legati a economia e lavoro sono in cima alla lista dei timori degli americani. Ma per metà dei cittadini ora anche l’immigrazione rappresenta un grosso problema

Proseguono le discussioni per disinnescare lo shutdown negli Stati Uniti, il blocco di molte attività amministrative con 800 mila dipendenti federali americani che non percepiscono lo stipendio. Il presidente Donald Trump non ha nessuna intenzione di arretrare sulla sua richiesta di 5,7 miliardi di dollari per finanziare la costruzione del muro con il Messico. Un braccio di ferro con i democratici che oscura quasi ogni altra preoccupazione, al punto che quasi la metà degli americani identifica l’immigrazione come uno dei problemi principali su cui il governo dovrà impegnarsi quest’anno. A rivelarlo un sondaggio Associated Press-NORC, condotto poco prima della chiusura del 2018, secondo il quale sia i repubblicani che i democratici sono ora molto più inclini a includere l’immigrazione nella loro lista dei principali problemi da affrontare dal paese quest’anno rispetto a un anno fa.

I TEMI DELL’ECONOMIA SEMPRE AL PRIMO POSTO

Se i temi dell’economia (lavoro e timori di disoccupazione, tasse e attività commerciali) restano saldamente al primo posto con il 62% dei voti, seguono, a pari merito al 49%, le problematiche legate all’assistenza sanitaria e all’immigrazione, nella graduatoria finale delle risposte alla domanda su quali fossero i primi cinque problemi da risolvere per il governo nel 2019. Da segnalare che nel dicembre 2017 la percentuale di coloro che avevano segnalato l’immigrazione non andava oltre il 27%.

Usa, l'economia preoccupa ma anche l'immigrazione fa paura
Usa, l’economia preoccupa ma anche l’immigrazione fa paura

DIVISIONE TRA REPUBBLICANI E DEMOCRATICI

Le convinzioni politiche dividono gli elettorati: i repubblicani continuano a essere più inclini a citare l’immigrazione come un problema principale rispetto ai democratici. Ma è un tema che diventa sempre più importante per i membri di entrambe le parti. Il sondaggio ha rilevato che il 65% dei repubblicani afferma che l’immigrazione è uno dei primi cinque problemi del paese, rispetto al 42% del 2017 mentre tra i democratici il 37% cita l’immigrazione come problema principale, rispetto al 20 per cento di un anno fa.

I dati economici non brillano, ma non spaventano

I dati economici non brillano, ma non spaventano

UN ANNO PASSATO SENZA PROGRESSI

Circa i due terzi di coloro che, in generale, hanno nominato l’immigrazione come una priorità assoluta si dichiarano scettici sull’azione di governo in tema di immigrazione per quest’anno, tra cui un terzo che afferma di non essere affatto sicuro che possano essere fatti concreti passi in avanti. Al contrario, circa un terzo afferma di essere almeno moderatamente fiducioso che il governo possa compiere progressi sull’immigrazione. Posizioni che riflettono un anno di negoziati, sostanzialmente senza esito, tra Trump e Democratici al Congresso.

MURO CON IL MESSICO, LO VUOLE IL 78% DEI REPUBBLICANI

Sebbene sia i democratici che i repubblicani siano sempre più inclini a nominare le questioni legate all’immigrazione come le principali priorità per il governo, altri sondaggi mostrano che le loro opinioni sulla questione divergono in modo significativo. Ad esempio, un sondaggio di dicembre della CNN ha rilevato che la costruzione di un muro di confine con il Messico vedeva l’approvazione del 78% dei repubblicani ma soltanto dell’8% dei democratici.

CRESCE L’ATTENZIONE ANCHE VERSO I TEMI AMBIENTALI

Tornando al sondaggio Associated Press-NORC, che è stato condotto tra il 13 e il 16 dicembre prima della ulteriore correzione di Wall Street e dello shutdown del governo, si nota pure un forte aumento delle questioni ambientali e climatiche dopo un anno di incendi e uragani: un’accelerazione di interesse in gran parte guidata dai democratici. Complessivamente, circa un quarto degli americani menziona l’ambiente come un problema principale, ma mentre circa 4 democratici su 10 lo includono come priorità, i repubblicano si fermano all’8%. La quota di democratici che indica l’ambiente come uno dei 5 temi più importanti per il 2019 è cresciuta di 11 punti percentuali rispetto a un anno fa.

MCCAIG/ iStock / Getty Images Plus


FinanciaLounge
9 gennaio 2019
Partner
Top