La strana correlazione tra yen e BTP

Negli ultimi 12 mesi lo yen si è svalutato rispetto all’euro del 12%: nello stesso arco di tempo l’indice MTS dei BTP, il paniere ex Bankitalia che misura le variazioni di prezzo di tutti i Buoni poliennali del Tesoro, ha guadagnato il 9,2%.

A prima vista sembrerebbe non esserci alcuna relazione tra l’apprezzamento dell’euro sulla divisa giapponese e il rialzo dei prezzi dei BTP. E invece, alcuni tra gli analisti più attenti, hanno messo in relazione i due fenomeni in quanto a fronte di una svalutazione dello yen, molti investitori asiatici (e, più in generale, gli investitori che erano posizionati su titoli denominati nella valuta di Tokyo), hanno spostato i loro capitali su titoli più interessanti in termini di rendimenti e i BTP sono tra quelli più appetiti.

Le controprove sembrano dare loro ragione. A luglio, unico mese negli ultimi 12 in cui lo yen si è rivalutato sull’euro (per l’esattezza del 4,1%), l’indice MTS BTP ha perso l’1,3%, a febbraio 2013, invece, a fronte di un lievissimo rialzo del cambio (+0,1%), l’indice MTS BTP ha perso l’1,6% mentre tra il 28 febbraio e il 5 aprile scorso, a fronte di una svalutazione dello yen sull’euro di un punto percentuale, l’MTS BTP ha messo a segno un rialzo dell’1,9%.




FinanciaLounge
8 Aprile 2013
Partner
Top