Gli Azionari Italia in controtendenza

I fondi azionari Italia, i prodotti del risparmio gestito che investono prevalentemente su Piazza Affari, hanno chiuso il primo trimestre del 2012 con una raccolta netta positiva per 1,2 milioni di euro. Per quanto il saldo positivo sia esiguo rappresenta un andamento in controtendenza: infatti, tra gennaio e marzo 2012, la raccolta netta di tutti i fondi azionari nel loro insieme calcolata da Assogestioni è stata negativa per 1.419,4 milioni.

Oltre ai fondi azionari Italia, hanno chiuso in territorio positivo anche i fondi azionari globali internazionali (158,8 milioni), i comparti che diversificano gli investimenti nelle Borse di tutto il mondo, gli azionari Paesi emergenti (200,7 milioni), che impiegano gli attivi di patrimonio nei listini azionari dei Paesi in via di sviluppo, i fondi azionari del settore tecnologia (10 milioni) e quelli del settore industria (11,7 milioni).

La graduatoria dei fondi azionari in base al patrimonio in gestione al 31 marzo scorso, vede invece in testa gli azionari Paesi emergenti con 19,3 miliardi (4,5% del totale fondi in Italia), seguiti dagli azionari Europa con 17,5 miliardi (4,1% di quota di mercato) e dagli azionari America con 17,3 miliardi (4,0% di share). La classifica vede poi i fondi azionari globali internazionali con 11,7 miliardi (che equivalgono al 2,7% dell’intero mercato dei fondi italiani), gli azionari Pacifico con 9,1 miliardi (2,1% di quota di mercato), gli azionari area euro con 4,8 miliardi (1,1% di share market): i 47 fondi azionari Italia, invece, totalizzano 3,8 miliardi pari allo 0,9% del mercato dei fondi italiani.

Fonte dati: Assogestioni




FinanciaLounge
17 Maggio 2012
Partner
Top