Blue chips, i titoli preferiti (e quelli meno amati) dai gestori attivi

di Redazione

Le azioni blue chips, le più capitalizzate, scambiate e liquide sul mercato, non sono tutte uguali. Un’analisi di UBS rivela quali sono i titoli preferiti dai fondi a gestione attiva

Su quali titoli a larga capitalizzazione, le cosiddette azioni blue chips, sono posizionati i fondi a gestione attiva a livello globale? A questa domanda gli analisti di UBS hanno risposto utilizzando i dati di proprietà relativi agli investitori istituzionali forniti da FactSet e quelli di MSCI relativi alla composizione dei principali indici del mercato azionario.

IL CONFRONTO CON IL PESO NELL’INDICE DI RIFERIMENTO

In estrema sintesi, i professionisti della banca d’investimento svizzera hanno aggregato tutte le posizioni nei portafoglio dei fondi e le gestioni di portafoglio a gestione attiva a livello globale e ne hanno successivamente confrontato il peso ottenuto con quello che tali blue chips hanno nell’indice azionario di riferimento. Questo ha permesso di ricavare le azioni blue chips sulle quali i money manager internazionali a gestione attiva sono più sovraesposti (rispetto al benchmark) e quelle sulle quali, al contrario, risultano più sottoponderati.

BORSE MONDIALI: VISA, MICROSOFT, ALIBABA, MASTERCARD E ALPHABET

All’interno dell’indice delle Borse mondiali MSCI AC (All Country), le 5 azioni blue chips più sovraponderate sono risultate essere Visa Inc., Microsoft, Alibaba Group, Mastercard e Alphabet (Google). Sul versante opposto, ovvero i 5 titoli a larga capitalizzazione di Borsa sui quali i gestori internazionali al 9 maggio scorso risultavano più sottoesposti erano Apple, Nestlé, Exxon Mobil, Tencent Holdings e Taiwan Semiconductor.

Mercato azionario: chi comanda tra Fed, utili e guerra commerciale?

Mercato azionario: chi comanda tra Fed, utili e guerra commerciale?

LE PREFERITE NELL’AZIONARIO USA LARGE CAP…

Restringendo il panorama alle large cap USA, dall’analisi emerge che le azioni blue chips sulle quali i money manager erano più sovraponderati rispetto all’indice MSCI USA risultavano essere Visa Inc., Microsoft, Mastercard, Adobe e Alphabet mentre l’elenco dei titoli con peso minore rispetto al benchmark comprendeva Apple, Exxon Mobil, Amazon.com, Berkshire Hathaway e Johnson & Johnson.

… E QUELLE SCELTE NELL’AZIONARIO EUROPA

Spostandosi all’azionario Europa, le 5 azioni blue chips che vantavano il maggiore sovrappeso rispetto all’MSCI Europe nei portafogli a gestione attiva erano Diageo, Reckitt Benckiser Group, Prudential, Unilever e Lloyds Banking Group: al contrario, i 5 titoli che, rispetto al medesimo benchmark risultavano in maggiore sottopeso nei portafogli dei gestori attivi specializzati erano Nestlè, Novartis, Royal Dutch Shell, Banco Santander e Roche Holding.

Mercati azionari europei, individuare i rischi indesiderati

Mercati azionari europei, individuare i rischi indesiderati

LE FONTI DI EXTRA RENDIMENTO

I risultati di questa analisi di UBS confermano come, a livello globale, i money manager a gestione attiva tendano a selezionare i titoli anche all’interno delle azioni blue chips che, per antonomasia, sono le più scambiate e – pertanto – pure le più liquide sul mercato. Questo conferma che, più in generale, proprio tramite la selezione dei titoli – e questo vale a maggior ragione nell’ambito delle mid e delle small cap e nei mercati più inefficienti – è possibile ricavare preziose fonti di extra rendimento rispetto al benchmark nei listini azionari le cui valutazioni complessive non sono certo a buon mercato dopo il rally registrato da inizio anno.

Flickr / hinglish Notes


FinanciaLounge
22 Maggio 2019
Partner
Top