Multi asset, via libera ad azioni e credito corporate

di Redazione

Per Bhandari (Columbia TI) i rischi geopolitici restano ma, in ottica multi asset, la maggior parte delle regioni dovrebbe tornare a registrare una crescita in linea con il trend

I portafogli multi asset sono stati messi a dura prova dalle violente variazioni dei mercati negli ultimi sei mesi. Dopo la severa correzione nel quarto trimestre 2018, tra gennaio e marzo di quest’anno si è materializzato un recupero altrettanto sostanzioso degli indici azionari e obbligazionari, che hanno recuperato gran parte delle perdite in un contesto in cui è stato annullato poco più della metà dell’inasprimento delle condizioni finanziarie verificatosi nella seconda parte dello scorso anno. A determinare le condizioni favorevoli ai mercati e, a cascata, dei portafogli multi asset, la decisione della Federal Reserve americana che da inizio anno si è messa in pausa nel proprio ciclo di rialzo dei tassi, e le politiche di stimolo di altri paesi, come ad esempio la Cina.

PROFITTI AZIENDALI SU DEL 5%

In ogni caso, come tiene a sottolineare Maya Bhandari, Gestore Multi asset di Columbia Threadneedle Investments, le previsioni sull’economia e sugli utili per i prossimi 12-24 mesi sembrano segnalare un rallentamento transitorio piuttosto che una drastica contrazione. “I rischi geopolitici restano sul tavolo, tuttavia la maggior parte delle regioni dovrebbe tornare a registrare una crescita in linea con il trend o di poco superiore: un contesto che dovrebbe consentire ai profitti aziendali di registrare un incremento nell’ordine del 5%” specifica l’esperta.

AZIONI E, IN MISURA CRESCENTE, CREDITO CORPORATE

Alla luce di queste considerazioni, il fondo Global Multi Asset Income evidenzia una buona esposizione sia alle azioni e, in misura crescente, al credito corporate. Al contrario, nell’ambito del reddito fisso core a lunga scadenza, sembra prevalere una cautela in quanto ritenuto particolarmente vulnerabile. “Preferiamo infatti mantenere la duration (la scadenza media che determina la sensibilità alle variazioni dei tassi) complessiva del fondo al livello piuttosto contenuto di 1,6 anni” confida Maya Bhandari.

LA MISSION DEL GLOBAL MUTLI ASSET INCOME

La quale ribadisce la mission della strategia Global Multi Asset Income: generare livelli di reddito interessanti con una volatilità controllata. Nel pieno rispetto di questi obiettivi, negli ultimi mesi l’esperta rivela le tre più importanti modifiche apportate al portafoglio, la prima delle quali ha riguardato l’adozione di un approccio più attivo nella gestione delle call coperte. Le opzioni call danno diritto al possessore, ma non l’obbligo, di acquistare un titolo (il cosiddetto sottostante). Il fondo Global Multi Asset Income è un venditore di opzioni call e, di conseguenza, può beneficiare delle fasi di maggiore volatilità implicita sui mercati.

LA FUNZIONE DELLE OPZIONI CALL

“E, infatti, il portafoglio di call coperte ha protetto durante le fasi di debolezza e di volatilità dei mercati, garantendo, da un lato, un contribuito di rilievo alla generazione di reddito e, dall’altro, la partecipazione degli investitori ai rialzi del mercato” puntualizza Maya Bhandari.

L’APPEAL DELLE AZIONI ASIATICHE

La seconda mossa ha invece riguardato l’esposizione alle azioni asiatiche che nel corso del 2018 hanno sofferto per la concomitanza di diversi fattori avversi: dalle dispute commerciali tra Washington e Pechino al rallentamento della Cina fino al deterioramento del quadro macroeconomico. Una correzione eccessiva che ha reso le valutazioni interessanti al punto che il fondo ora ha in portafoglio, tramite la strategia TLux Asian Equity Income, circa il 5,5% alle azioni dei mercati emergenti asiatici ad alto rendimento.

Ecco come cercare valore nell’equity

Multi asset 2019, ecco come cercare valore nell’equity

OBBLIGAZIONI SOCIETARIE PROMOSS

In terzo luogo, Maya Bhandari ha provveduto a promuovere il giudizio sulle obbligazioni societarie portandolo in linea con le azioni. In particolare, è stata incrementata del 3% l’esposizione all’high yield europeo: un’operazione finanziata tramite l’alleggerimento delle azioni, mossa che ha permesso anche di incrementare il peso nei bond emergenti in valuta forte a breve scadenza in modo da ottimizzare ulteriormente il profilo di rischio del portafoglio multi asset.

primeimages / E+


FinanciaLounge
9 Aprile 2019
Partner
Top