Lotta contro il cancro, investire aiutando la ricerca

Da Candriam una nuova strategia tematica che individua le società più innovative impegnate nella lotta contro il cancro e devolve il 10% delle commissioni alla ricerca europea

Gli investimenti tematici legati a macro-trend globali sono ormai diventati strategici nella creazione di portafogli di investimento sempre più robusti. Lo sa bene Candriam, che ha messo a punto una gamma di strategie tematiche che oggi conta oltre 3 miliardi di euro di patrimonio in gestione. Una gamma che comprende settori come biotech, robotics & innovative technology e demography e che oggi viene ampliata con il lancio del Candriam Equities L Oncology Impact.

IL FATTORE DEMOGRAFICO

Questo nuovo comparto – lanciato lo scorso 4 febbraio, giornata mondiale contro il cancro – investe in società quotate che sviluppano prodotti e servizi per la cura dei tumori, per quanto riguarda diagnosi, profilazione e terapia. Nonostante i progressi scientifici, infatti, le cure per i pazienti malati di cancro in molti casi non hanno ancora raggiunto livelli soddisfacenti. Il cancro è attualmente la seconda causa di mortalità a livello globale e, secondo le statistiche, al 40% della popolazione mondiale maschile e femminile verrà diagnosticata una patologia tumorale nel corso della propria vita. E il numero di diagnosi cresce con l’aumentare dell’aspettative di vita e con il miglioramento delle tecniche di screening.

DIAGNOSI IN AUMENTO

La cura dei tumori, dunque, è senza dubbio la sfida più rilevante per la medicina moderna e per il settore healthcare nel suo complesso. Le stime parlando di un incremento del 60% dei decessi dovuti a tumore entro il 2030, dagli attuali 8 milioni a 13 milioni in tutto il mondo. Solo in Italia, secondo l’Associazione italiana registri tumori (Airtum), 3,4 milioni di persone convivono con questa malattia e solo nel 2018 sono state effettuate 373.000 nuove diagnosi.

GLI SFORZI DELLA RICERCA

La ricerca medica e farmaceutica sta facendo grandi sforzi per contrastare il diffondersi della malattia e garantire cure efficaci. L’obiettivo fissato nell’ultimo World Cancer Research Day è far crescere la sopravvivenza al 70% entro il 2030, riducendo il numero di persone che si ammalano e migliorando la qualità di vita di chi è colpito dalla malattia. Ma ovviamente ciò richiede investimenti ingenti nel progresso scientifico e in ambiti particolari come immunoterapia, terapia a bersaglio molecolare, biopsie liquide, sequenziamento dei tumori, nanotecnologia, chirurgia robotica, intelligenza artificiale e Big Data. E il costante progresso delle innovazioni in materia di terapia ha un impatto anche su un numero significativo di settori (biotecnologico, farmaceutico, della ricerca e dell’intelligenza artificiale) e di società di tutto il mondo.

Radio – La nuova demografia mondiale

Conti alla Rovescia – Puntata 26 – La nuova demografia mondiale

INDIVIDUARE LE SOCIETA’ PIU’ INNOVATIVE

Il nuovo fondo Candriam Equities L Oncology Impact si propone di individuare quelle innovazioni in grado di cambiare il modo di trattare la patologia. Il suo lancio riflette il desiderio di Candriam di offrire agli investitori l’opportunità di avvalersi di un fondo che ha anche un impatto positivo diretto sul fronte sociale. Infatti, il 10% delle commissioni di gestione del fondo saranno devolute, a sostegno delle attività di ricerca sul cancro svolte dai principali istituti europei attivi nel settore.

L’ESPERIENZA DI CANDRIAM

“Il trattamento di varie patologie, e del cancro in particolare – ha commentato Rudi Van den Eynde, Head of Thematic Equity – sta registrando attualmente notevoli innovazioni. Da parte nostra, intendiamo individuare le aziende che hanno un forte potenziale di crescita. Grazie alla sua expertise, il nostro team è ben posizionato: vanta vent’anni di esperienza nella gestione di un fondo biotecnologico dedicato, ha due analisti in possesso di PHD e potrà trarre vantaggio dal contributo di un comitato consultivo indipendente che comprende alcuni tra i più eminenti scienziati del settore oncologico”.

Intelligenza artificiale e sanità: due mondi sempre più connessi

Intelligenza artificiale e sanità: due mondi sempre più connessi

PROFITTO E SOLIDARIETA’

“Con l’ulteriore crescita del mercato oncologico globale grazie all’avvento di terapie innovative e di tecnologie di ultima generazione – ha spiegato Vincent Hamelink, Chief Investment Officer, Investment Management – il nostro nuovo fondo Candriam Equities L Oncology Impact si propone di generare un profitto per gli investitori provvedendo nel contempo a promuovere la ricerca sul cancro e ad avere un impatto positivo sulla società. Ampliando la portata dei nostri impegni e devolvendo il 10% delle commissioni di gestione del fondo, intendiamo contribuire in modo ancora più concreto alla lotta contro il cancro”.




FinanciaLounge
8 Febbraio 2019
Partner
Top