Riconsiderare il proprio orizzonte temporale di investimento

L’innalzamento delle aspettative di vita comporta che i nostri risparmi dovranno durare più a lungo rispetto alle generazioni che ci hanno preceduto. Molti investitori temono che i propri risparmi possano non bastare e che sia necessario rivedere le soluzioni pensionistiche adottate finora per fare fronte alle nuove esigenze derivanti da un’età pensionabile più lunga.

Contrariamente al passato, oggi, l’età della pensione è un periodo strutturato in più fasi, ciascuna con esigenze finanziarie diverse.
Questo ci permette di estendere l’orizzonte temporale dei nostri investimenti e di continuare ad essere esposti a mercati rischiosi, come ad esempio quelli azionari, anche una volta in pensione, attraverso soluzioni personalizzate, studiate ad hoc per rispondere alle nuove e diverse esigenze.

Per esempio:

Negli Stati Uniti, per una coppia di 65enni in buona salute, la probabilità che almeno uno dei due raggiunga 92 anni è del 50% e quella che uno dei due arrivi ai 97 anni è del 25%. (Fonte: Annuity 2000 Mortality table Society of Actuaries, US. I dati si riferiscono a persone in buona salute).
Mantenere gli standard di vita dell’età lavorativa una volta in pensione dipende dalla capacità di costruire portafogli dinamici e diversificati. Significa investire in base ad obiettivi specifici, come ad esempio trasformare il sogno di una vita in realtà o semplicemente trascorrere serenamente il periodo della pensione.

Gli investitori dovrebbero valutare l’opportunità di rimanere esposti a tipologie di investimento più rischiose, come le azioni, per periodi di tempo più lunghi rispetto alle generazioni precedenti. In tutte le fasi della vita è importante agire sulla base di strategie finalizzate a far fruttare al meglio i propri risparmi tenendo conto dei propri obiettivi e delle proprie specifiche aspettative.




BlackRock
28 Aprile 2012
Partner
Top